Dal 1 novembre sarà necessario avere il permesso di lavoro?

Agents at airport
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Priti Patel, il ministro degli interni, ha annunciato oggi che dal 1 novembre vuole che tutti i cittadini europei che desiderano trasferirsi nel Regno Unito dovranno avere un permesso di lavoro o di soggiorno.

Il piano era che dopo la Brexit ci sarebbe stato un periodo di transizione prima di rendere operativo il nuovo sistema di immigrazione, ma ora il governo sembra voler fare tutto molto rapidamente.

Sembra anche chiaro che al momento il governo sta preparandosi al no deal e quindi un’uscita senza nessun accordo con l’Unione Europea.

I problemi sono diversi, il primo senza dubbio che ancora non sappiamo come sarà il nuovo sistema. Si parla di dover avere un lavoro prima dell’arrivo che paga almeno £36 mila all’anno, di una buona/ottima conoscenza dell’inglese e avere risparmi. Ciò escluderebbe circa il 90% dei cittadini comunitari che arrivano ora in UK. Ma ufficialmente non sappiamo ancora niente di preciso.

Il governo aveva detto che chi vuole venire prima del 31 dicembre 2020 può chiedere un permesso di lavoro senza dover avere un lavoro da £36 mila all’anno ma il permesso sarebbe solo di breve durata e non rinnovabile. Il governo non ha confermato se ciò accaderà.

Il secondo grosso problema è che dal 1 novembre i datori di lavoro, medici e ospedali, le banche e padroni di casa dovrebbero escludere tutti i cittadini europei se non in grado di provare che sono qui legalmente. Ora abbiamo un milione di cittadini comunitari residenti in UK che hanno fatto il settled status con circa ancora 2 milioni che non l’hanno fatto. Riusciranno i due milioni a farlo in due mesi? Anche qui il governo precedente aveva detto che l’hostile environment per i cittadini comunitari sarebbe solo cominciato dal 1 gennaio 2021 ma non sappiamo le intenzioni di questo governo.

Inoltre, il settled status è solo online e occorre che la persona che vuole controllare si colleghi ad internet e cerchi la pagina del cittadino europeo per avere la conferma che può rimanere. Mentre questo non è solitamente un problema per datori di lavoro grandi e probabilmente banche che ormai conoscono il sistema, ci sono già tante testimonianze di cittadini europei che si sono trovati padroni di casa e datori di lavoro che si sono rifiutati di controllare online, preferendo invece scegliere una persona che poteva confermare di essere legale velocemente. Questo quando ancora siamo nell’Unione Europea, le cose peggioreranno dopo la Brexit, quando essere cittadini comunitari non prova più di essere nel Regno Unito legalmente.

Qui sotto si trova il documento ufficiale ma come era stato fatto dal governo di Theresa May in gennaio, si aspettano i cambiamenti annunciati da Priti Patel.

close

🕶 Rilassati!

Iscriviti per ricevere le nostre ultime notizie direttamente nella tua casella di posta.

Non ti invieremo mai spam né condivideremo il tuo indirizzo email.
Scopri di più nella nostra Informativa sulla privacy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Non perderti questi consigli!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

My Post
Percentuale di povertà per borough di Londra
papers
In UK di solito non si mette un annuncio per cercare lavoro
immigrazione nel regno unito
Regno Unito: il nuovo sistema di immigrazione escluderà tanti
Lavoro
Lavorare a Londra e UK dopo la Brexit, come fare?
corsi gratuiti
Due corsi gratuiti per cercare lavoro in un periodo difficile
Torna su