Un’ altra domanda che ci viene posta spesso. I più burocrati diranno di si ma in realtà, non sempre bisogna fare riconoscere la laurea.

Personalmente ho assunto centinaia di laureati di tutte le nazionalità e mai una volta è stata richiesta la prova della laurea. In linea di massima possiamo dire che:

– se cercate un lavoro in ambito scientifico, medico, accademico, legale o di ricerca universitaria quasi sempre dovrete presentare una prova della laurea e in quel caso deve essere riconosciuta dal NARIC.

– certi graduate programmes vorranno vedere la vostra laurea e quindi dovrete farla riconoscere dal NARIC in questi casi

– se invece cercate lavoro nel terziario come marketing, pubblicità, informatica, grafica, comunicazioni, vendita ecc. ecc. raramente vi chiRiconoscere la laureaederanno di vedere la vostra laurea anche quando la richiedono nell’annuncio. Probabilmente vi faranno una serie di tests per capire se avete realmente gli skills richiesti, ma non vi chiederanno di vedere la laurea, soprattutto se avete superato i 22 anni.

Foto: © Copyright Derek Voller and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Sappiamo che molti italiani ci tengono moltissimo alla propria laurea, infatti molti la mettono in cima al CV anche quando hanno superato di molto i 30 anni e la laurea dovrebbe essere un ricordo lontano, un semplice punto di partenza e non il pinnacolo del loro successo. Se volete lavorare nel Regno Unito, dovrete però adattarvi alla cultura locale e tenere presente che in molti casi la vostra laurea conta poco.

Non si tratta di discriminazione nei confronti delle lauree italiane, come credono in molti, ma semplicemente un modo diverso di valorizzare i propri skills. La laurea è indubbiamente richiesta per molti tipi di lavoro di tipo medico e scientifico,  ma è vista come un fattore scontato e non come qualcosa che vi distingue dal mucchio per molti altri tipi di lavoro.

Per molti nel Regno Unito la laurea è solo un modo per partire da un punto di partenza più alto, ma si tratta sempre di un punto di partenza e non di arrivo. Il resto del CV lo fanno altre cose, la laurea è solo una parte.

Il Naric offre il servizio ufficiale per fare riconoscere la laurea. Diffidate di traduttori che si offrono di tradurla per voi, usate solo i canali ufficiali.