Domande lavoro: lavoro di organizzazione eventi, per elettricista e in musei

lavoro per eventi

Alberto ci ha scritto:

Cerco nel settore l’organizzazione eventi,fiere,mostre mercato

Questo è un settore praticamente bloccato, non ci sono eventi in programma, se non online. Ora molti che lavorano sono in furlough ma appena finisce il Job Retention Scheme alla fine settembre verranno quasi sicuramente licenziati. Ci sono tre milioni e mezzo di persone che lavorano in hospitality, eventi e ristorazione in UK, solo un milione è tornato a lavorare, gli altri due milioni e mezzo sono a casa.

È difficile fare previsioni visto che il numero di contagi ora è in crescita e altre restrizioni sono possibili. È quindi piuttosto improbabile che gli eventi ricominceranno presto e anche quando ricominceranno ci vorrà tempo prima che tutto ritornerà normale. 

Kudret scrive:

‘Sto cercando un lavoro come elettricista. Specialmente nel settore dei impianti civili e quello industriale.’

Ancora ci sono posti per elettricisti, come puoi vedere qui. Molto dipende dal tuo livello di inglese e che esperienza hai. Le offerte sono molto meno di sei mesi fa e siccome molti lavori sono a progetto ci sono molte persone che cercano lavoro avendo finito o interrotto il progetto per la pandemia. 

 

Diana scrive:

sono una laureata in belle arti e mi piacerebbe venire a Londra a lavorare magari in un museo o galleria d’arte, inglese scolastico e quasi nessuna esperienza ma imparo velocemente

Un’altro settore impossibile ora e che sta licenziando personale. Lavorare in un museo non era facile nemmeno prima della pandemia senza esperienza solida, ora è peggio.  Anche se molti musei hanno riaperto sono tutte charities, ovvero si finanziano da soli e non prendono soldi dallo stato.  In genere si finanziano tramite la vendita di biglietti delle mostre, tessere annuali  e merce dai negozi. Con il distanziamento sociale devono limitare gli ingressi e per questo motivo non hanno gli incassi normali.

Meno visitatori significa meno vendita di merce e meno persone nei ristoranti.  Anche la vendita delle tessere annuali è calata drammaticamente. Per restare a galla devono licenziare personale e se hanno bisogno di qualcuno potrebbe essere come volontariato (come ha fatto lo zoo di Londra) o per posti di lavoro molto specializzati e vitali.  Sono tempi molto brutti per questo settore, non si può addolcire la pillola amara. 

Se volete fare una domanda sul lavoro, potete usare il modulo qui sotto. Rispondiamo solo online. 

  • 300 mila posti di lavoro persi a Londra in giugno e luglio
    I datori di lavoro britannici hanno licenziato più di 300.000 persone a giugno e luglio, a causa del coronavirus.  Abbiamo ancora persone che scrivono per avere un lavoro a Londra dall’Italia, per questo motivo ci sembra importante ricordare che la situazione economica non è delle migliori. Tra un paio di mesi finisce il Job Retention […] Leggi il Resto
  • Amazon crea 7000 posti di lavoro nuovi nel Regno Unito
    I nuovi posti di lavoro saranno in tutto il paese, divisi in 50 sedi diverse inclusi gli uffici. I ruoli richiesti sono numerosi infatti vogliono sia persone per la distribuzione ed imballaggio, ma anche in IT, risorse umane, finanza, sicurezza e altri campi. La paga comincia da £10,50 a Londra e £9,50 per il resto […] Leggi il Resto

rapporto

Scritto da Laura S Ambir

A Londra dal 1984, ha lavorato in diversi settori dal marketing al recruitment. Ha anche esperienza del settore sanitario, public health e social care. Coinvolta in commissioni e dibattiti del parlamento britannico. Qualificata per insegnare inglese come seconda lingua a stranieri.

medicine brexit

Regno Unito; il governo chiede di fare scorta di medicinali per la Brexit

libri per lo ielts

Libri per lo IELTS, quali sono i migliori ?