brexitAltre risposte che ci sono arrivate, potete anche voi compilare il breve sondaggio che si trova in fondo alla pagina

La laurea conseguita in UK varrà in Europa?

Dover chiedere il permesso per lavorare e averlo solo per un periodo limitato, non poter mandare i bambini miei alla scuola pubblica

Non poter rimanere, non voglio fare la cittadinanza, costa troppo e non la danno a molti solo a chi ha lavoro che paga molto bene. Noi meno ricchi saremo forse buttati fuori. 

che le leggi cambiano a nostro sfavore 

Personalmente nessuna. Gli inglesi non mi sono mai piaciuti sinceramente. All’inizio ero venuto a Londra per cogliere la possibilità di un futuro ma ho capito che il Regno Unito non è il mio ambiente ideale. Ho comunque fatto una piacevole esperienza.

Ho costituito una società in UK con amici inglesi….nel settore FOOD. Vorrei trasferrmi in UK per poter continuare a seguire la società e troavre anche un lavoro nel settoree Food/import export.

Non poter avere il dottore, dover chiedere il visto e perdere stabilità

Nessuna, tanto me ne vado dal Regno Unito.

Perdere diritto come pensione e sanità gratuita e maggiore discriminazione di adesso…sempre se ci fanno rimanere

con il completo distaccamento dall’Unione Europea non credo che gli immigrati verranno cacciati seduta stante, ma sicuramente la vita in Inghilterra sarà meno favorita per gli immigrati ed invece per chi ha intenzione di venire qui per vivere, non sarà così facile entrare. Mi preoccupa la perdita dei diritti a cui potremmo andare incontro e probabilmente anche molti servizi che verranno presi visto che l’Unione Europea funziona molte delle cose che sono qui. Il prezzo dei voli saranno più alti e probabilmente anche il tasso del cambio sarà a perdere.

Sono infermiere e tre pazienti mi hanno detto di tornare a casa anche in malo modo…mi preoccupa il fatto che il razzismo è diventato cosa abituale, con il linguaggio usato dai politici non mi stupisco…ci hanno descritto come delle cavallette, e pensare che mi vennero   a cercare per darmi un lavoro in Italia

quello che mi preoccupa maggiormente per quanto riguarda la Brexit e la possibilità di non poter più mandare mia figlia a studiare in quanto ho sentito che le rette universitarie si raddoppieranno ed io sinceramente in questi anni ho fatto tanti sacrifici per poter realizzare il sogno di mia figlia di studiare a Londra alla B.I.M.M. mi dispiacerebbe tanto non poterlo fare dopo averla fatta studiare canto per otto anni in Italia mi auguro che qualcuno ci ripensi e risolva il problema immigrati in un altro modo meno drastico e meno invasivo mi dispiacerebbe tanto anche perché io sono stato a Londra per gli open day e trovo la città fatta su misura per mia figlia che ama tanto vivere a Londra sicuramente per lei sarebbe un grosso trauma ma io purtroppo non posso fare più di quello che ho fatto fino ad oggi speriamo bene Grazie.

Di non trovare lavoro per il crollo dell’ economia inglese.

Me ne torno in Italia a gambe levate, mai starei qui a queste condizioni, non ho bisogno di loro, loro hanno bisogno di me: sono medico. E che si arrangino, popolo egoista e razzista!

Oltre 17 milioni di persone hanno votato per non averci tra i piedi, come faccio a rimanere? Se volessi rimanere sarebbe come vendere la mamma, mi farei schifo da solo

me ne vado, che me ne frega un popolo che pensa solo agli interessi suoi a quanto ci deve guadagnare in tutte le cose, non capiscono il significato di co-operazione e si vede nelle piccole cose, gli inglesi sono individualisti e egoisti in tutte le cose, vengono istruiti a pensare solo a se stessi. Ci guadagna l’Unione Europea che perde il paese meno progressista d’Europa

Non riuscire a trovare lavoro li

la caduta della sterlina sull’euro potrebbe crearmi notevoli problemi finanziari nel caso decidessi di tornare in Italia

A Londra lavoro e mando i soldi in Italia per mantenere la mia famiglia, se cala la sterlina non riesco a farlo

dover prendere la cittadinanza anche inglese e pagare un botto validita’ dei titoli di studio per un futuro avendo un bimbo piccolo percezione malsana di molti inglesi che pensano male di noi immigrati culminati in brutti incidenti contro gli stranieri

Ho una bambina di 6 anni che è stata insultata a scuola e ha sempre i quaderni pieni di scritte razziste,  la scuola non vuole agire e la mia bambina non vuole andare a scuola, temo che dovremo tornare in Italia, non vedo un buon futuro qua

Tanti ma mi sembra assurdo voler rimanere, non ci vogliono e ce lo fanno capire in tutti i modi,.  basta si parte

Il mutamento del valore del mio stipendio, il permesso di soggiorno.

Mi preoccupa una ricaduta sull’Italia la quale purtroppo e’ imprigionata da trattati che non consentono l’abbandono dell’euro. Inoltre non ci faranno mai fare un referendum sulla UE.

Nessuno perché la gran Bretagna non ha nulla e può essere sola per il niente che offre.

Che la Sterlina crolli e che il suo potere d’acquisto sia inferiore all’attuale pertanto potrebbe non essere piu’ tanto vantaggioso lavorare a Londra. Inoltre, da “extra comunitaria” temo l’aumento delle tasse e costi per i vari permessi di soggiorno, assistenza sanitaria e burocrazia prolissa.

 

2 Commenti

  1. Una grossa carognata nei confronti di noi europei, non solo la campagna elettorale che era cattiva e si vedono i risultati dalla gente insultata, aggredita e nel caso del povero polacco ammazzata, ma anche dal fatto che non ci fanno sapere la nostra sorte. Quasi sicuramente faranno solo rimanere coloro che guadagnano un minimo (forse i 35 mila annui richiesti agli extracomunitari inclusi australiani, sudafricani e canadesi) infatti se seguite con attenzione i giornali vengono fuori cosette ogni tanto.

  2. Una grossa carognata nei confronti di noi europei, non solo la campagna elettorale che era cattiva e si vedono i risultati dalla gente insultata, aggredita e nel caso del povero polacco ammazzata, ma anche dal fatto che non ci fanno sapere la nostra sorte. Quasi sicuramente faranno solo rimanere coloro che guadagnano un minimo (forse i 35 mila annui richiesti agli extracomunitari inclusi australiani, sudafricani e canadesi) infatti se seguite con attenzione i giornali vengono fuori cosette ogni tanto.

Commenta