Dunadd è  considerato essere uno dei siti storici più importanti della Scozia. Il motivo di questa importanza si nota subito osservando le foto del posto. Infatti si tratta di una grande roccia, che probabilmente un tempo era un’isola,  che si trova in una zona di pianura, essendo un posto naturalmente difeso   gli antichi re di Dal Riata avevano il loro forte reale e la loro capitale.

Dunadd è stata fondata da immigrati di Antrim, nell’odierna Irlanda del Nord, nel 400 secolo. Con loro dall’Irlanda portarono quella grande icona della nazionalità scozzese, la Pietra del Destino o Stone of Destiny. A quei tempi gli scambi e migrazioni tra Scozia ed Irlanda erano intense.

Foto: © Copyright David Wyatt and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Se salite sulla cima di Dunadd avrete una bellissima vista e comunque potete vedere quello che rimane del forte, per esempio potete ancora vedere i bastioni e delle scritte antiche.

La storia di Dunadd era collegata a quella di Columba di Iona che era un missionario irlandese che portò il Cristianesimo tra i pagani della Scozia e fondò diversi monasteri, un personaggio chiaro per la storia scozzese. Sembra che fu anche il primo a vedere il mostro di Loch Ness.

Prima di Columba i re di Dal Riata erano solo considerati dei grandi guerrieri e leader ma il missionario irlandese cominciò a benedire il nuovo re e quindi rese il monarco un essere quasi divino. Iniziò anche la tradizione del “God Save the King!”.

Anche se ora può sembrare austero e triste, Dunadd, ai suoi tempi d’oro, sarebbe stato un posto affollato. Gli scavi hanno dimostrato che commerciava con i regni dell’attuale Inghilterra e il resto d’Europa e c’era sempre un viavai di gente e mercanti.

Quando il re era in residenza, grandi bandiere sventolavano sul castello, c’erano striscioni colorati e gagliardetti sarebbero appesi ai bastioni e i soldati facevano guardia all’ingresso.

Foto: © Copyright David Wyatt and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Il fiume Add, profondo non più di un paio di metri al giorno d’oggi, si snoda attorno alla base della roccia prima di entrare nel mare a Loch Crinan, ma una volta era un fiume navigabile prima che fu prosciugato per l’agricoltura. Quindi Dunadd aveva anche un piccolo ma trafficato porto.

L’altro grande regno di questa parte della Scozia era il regno dei Pitti, e per secoli i due regni commerciarono tra loro, fecero guerra ma si mischiarono anche. Alla fine, nell’843  a causa di questi matrimoni misti, anche Kenneth MacAlpin, re di Dal Riata, ereditò il trono dei Pitti.

A questo punto Kenneth MacAlpin partì per Scone nell’attuale Perthshire con la Pietra del Destino e stabilì lì lacapitale. Nacque così il regno di Scozia, anche se ci sarebbero voluti altri 200 anni per incorporare il resto della Scozia. Dunadd sopravvisse per alcuni anni dopo che Kenneth se ne andò e dal 1100 fu praticamente abbandonato.

Ora potete visitare le rovine in qualsiasi momento dell’anno e gratis.

Come arrivare a Dunadd?

Purtroppo potete solo raggiungere Dunadd in bicicletta o macchina, non si sono trasporti pubblici che vi portano fino a lì.

 

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.