EasyJet intende tagliare fino al 30% del suo personale

EasyJet è una linea aerea importante per chi viaggia spesso dall’Italia al Regno Unito.  Teniamo anche presente che molti italiani lavorano per questa compagnia aerea e questa notizia è certamente brutta per molti lettori.


Si parla quindi di fino a 3600 persone che perderanno il lavoro e la compagnia aerea intende anche ridurre di un settimo anche la flotta aerea, nel tentativo di sopravvivere questo periodo nero per l’aviazione civile. 

Nei prossimi giorni inizieranno i negoziati con i sindacati per decidere chi dovrà perdere il lavoro e che condizioni avranno.

La EasyJet riprende a volare dal 15 giugno, ma non si aspetta di fare molto profitto nel futuro prossimo e la quarantena di 14 giorni dal 8 giugno per chi arriva nel Regno Unito non è certo una cosa positiva per le compagnie aeree.

Il primo ministro Boris Johnson ha annunciato che pub e ristoranti potranno riaprire appena possibile e cinema e teatri da luglio in poi. In realtà i teatri riapriranno probabilmente da settembre tenendo presente che alcuni non saranno in grado di mettere in pratica le regole di distanziamento sociale richieste dal governo. Potranno però cominciare da giugno in poi a fare spettacoli a porte chiuse che possono essere messi online.   

rapporto

Scritto da Daniela Mizzi

Nel Regno Unito dal 1991, grande viaggiatrice e amante dell'avventura. Lavorato in diversi settori dall'amministrazione al settore pubblicitario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

La bella esperienza londinese di un designer italiano

Enrico che lavora nel customer service, racconta la sua esperienza positiva