Errori che fanno certi italiani ai colloqui

canaryHo fatto centinaia di colloqui a persone di tante nazionalità e purtroppo devo ammettere che molti italiani non brillano quando fanno i colloqui. Non sto dicendo tutti, ma ho notato che ci sono molti trentenni italiani che fanno gli errori che fa un diciottenne britannico. Probabilmente non hanno mai fatto molti colloqui anche in Italia.

Faccio la mia lista di cose che non si dovrebbero mai fare o chiedere ai colloqui e queste sono tutte cose che italiani hanno fatto o chiesto.

Foto: LicenseAttributionShare Alike Some rights reserved by therealmikeyboy

1) chiedere quante vacanze avrebbero all’anno. Ancora non avete avuto il lavoro non pensate subito alle vacanze, non date una bella impressione e quasi sicuramente verrete scartati.

 

2) rispondere a chiamate o SMS al cellulare. Per i colloqui dovete avere il cellulare spento!

 

3) cominciare a lamentarsi della pessima situazione economica italiana e dare la colpa della vostra mancanza di esperienza all’economia. Molti che vi faranno il colloquio penseranno che se siete veramente in gamba avreste trovato comunque lavoro in Italia, in fondo la situazione del lavoro non è stata rosa e fiori nemmeno nel Regno Unito,  eppure i recruiter continuano a trovare lavoro a persone in gamba. La scusa dell’economia non tiene.

 

4) non usare un linguaggio volgare. Mi è capitato di fare colloqui a italiani che imitavano un inglese da strada pensando fosse ok e quindi colorivano le frasi con diversi fuck e fucking.

 

5) non datevi troppe arie. Dovete vendervi,  ma saper vendersi bene è un arte, purtroppo molti italiani specialmente uomini,  tendono all’arroganza se non addirittura sembrano sbruffoni con affermazioni esagerate. Una volta durante un colloquio con un italiano che non aveva un buon inglese questo affermò che era in grado di imparare qualsiasi lingua in una settimana. Queste affermazioni faranno ridere il recruiter, ma non vi daranno il lavoro.

 

6) mettere sul cv che avete un inglese fluent quando non l’avete, in Italia potrebbe funzionare ma qui si accorgono subito che non parlate o capite bene e che quindi non siete fluent.

 

7) parlare male del datore di lavoro precedente. Molti lo fanno, ma non si fa e non date una bella impressione di voi stessi.

8) non sapere esattamente  che fa la società per la quale state facendo il colloquio. Purtroppo un errore abbastanza comune tra italiani, informarsi sulla società e leggere il loro sito prima di andare al colloquio è essenziale e scontato, dovete sempre dare l’impressione che siete veramente interessati, se chiedete ma voi che fate? date proprio l’impressione che non ve ne frega proprio niente di questo lavoro.

close

🕶 Rilassati!

Iscriviti per ricevere le nostre ultime notizie direttamente nella tua casella di posta.

Non ti invieremo mai spam né condivideremo il tuo indirizzo email.
Scopri di più nella nostra Informativa sulla privacy.

2 commenti su “Errori che fanno certi italiani ai colloqui”

  1. Avatar

    Una curiosità, io ho 30 anni e sto prendendo una seconda laurea in economia (sono al secondo anno). In caso in cui dovessi fare dei colloqui meglio dirglielo oppure è meglio evitare? In italia ho evitato perchè appena sanno che faccio l’università (non frequento, ho solo bisogno di cinque sei giorni ogni 6 mesi per gli esami) mi scartano a priori (interrompendo proprio il colloquio). Oltretutto finito la triennale vorrei fare un master in inghilterra.

    Quindi in fase di colloquio dico o non dico che frequento l’università?

  2. Avatar

    Gli italiani arrivano a Londra e nemmeno sanno come fare il cv! Sono impiegata presso un agenzia di recruitment per persone che parlano lingue, vi potrei fare un vademecum per cercare lavoro a Londra, molti italiani ne avrebbero bisogno!

Commenta

Torna su
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: