“Sei e sarai sempre straniero”

“Sei e sarai sempre straniero”

westminsterDa quanto tempo sei in UK e come ti trovi?

6 anni

Che tipo di lavoro fai e come l’hai trovato?

Assistente Sociale. Ho fatto un Master a Londra e poi fatto domande di lavoro per alcuni comuni della citta’. Avevo previa esperienza di lavoro in Inghilterra nel settore no profit prima di iniziare il master.

Secondo te quali sono i principali lati negativi di Londra/UK?

Londra e’ carissima anche con uno stipendio medio che in Italia sarebbe considerato alto. Comprare casa e’ virtualmente fuori da ogni possibilita’ economica e anche abitare da soli in affitto e’ troppo costoso.

Sei e sarai sempre straniero. Ti ci senti e sei visto come tale.

Inglesi e Italiani sono veramente popoli diversissimi e non e’ sempre facile.

Impara l’inglese in un mese

E quali sono i lati positivi?

Il lavoro c’e’ per chi e’ bravo, si fa il mazzo ed e’ disposto a fare tanti sacrifici. La meritocrazia si trova.
Tanti ristoranti etnici, concerti, eventi culturali. Bellissimi panorami sul Tamigi.

Foto: © Copyright Christine Matthews and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Se dovessi rifare tutto verresti ancora a Londra/UK?

Non lo so. Forse verrei ma diversamente e non per piu’ di un anno o due.

Ritorneresti in Italia?

Tornerei subito se trovassi un buon lavoro. Lo sto cercando.

Che consigli daresti a chi sta pensando di trasferirsi a Londra/UK?

Pensaci attentamente. Vedere i tuoi cari due, tre volte l’anno e’ un prezzo enorme da pagare e il tempo passa in fretta.

 

[box type=”warning”]Se  abiti in UK e vuoi anche tu raccontare la tua esperienza puoi compilare questo breve questionario

Se vuoi  sapere come trovare lavoro a Londra, leggi le nostra sezione sul lavoro con centinaia di articoli[/box]

Queste sono risposte al nostro sondaggio e non necessariamente sottoscriviamo a ciò che viene detto, per nostra politica pubblichiamo le opinioni di tutti

1 commento su ““Sei e sarai sempre straniero””

  1. Anche questi mi sembrano luoghi comuni…i genitori di mia madre sono della Val d’Aosta, sono cresciuto nel profondo nord, se devo fare quei ragionamenti allora non mi riconosco con Roma, la Campania e tanto meno la Sicilia. Anche queste son balle, con la globalizzazione, guardiamo tutti gli stessi film, internet ci sono ormai poche differenze reali anche tra me e un cinese. Certo che alcuni di voi sono poco incapaci di integrarsi, eh ma noi siamo italiani siamo diversi. Ma diversi da chi? Chi ti ha detto che tutti gli italiani sono simili tra loro? Ho amici inglesi che ritengo culturalmente molto molto simili a me, abbiamo ascoltato la stessa musica, letto gli stessi libri, fatto cose simili, non mi sento per niente simile a molti italiani, specialmente quelli che sparano luoghi comuni

Commenta

Cerchiamo di dare la parola a tutti e pubblichiamo anche esperienze completamente diverse dalle nostre. Queste testimonianze riflettono solo l’esperienza ed opinione di chi l’ha scritta Se vuoi anche tu aggiungere la tua testimonianza puoi farlo compilando il modulo qui sotto. Ci riserviamo il diritto di non pubblicare testimonianze. Se decidi di condividere la tua esperienza puoi anche scegliere di inviare una tua foto che sarà pubblicata nel tuo articolo, troverai il modulino per caricare la tua foto qui sotto. Inviando il modulo qui sotto acconsenti a pubblicare la tua testimonianza su questo sito

Airport terminal at the sunset
Piani, trasferimenti e permessi di lavoro
bexley
Esperienza di una lettrice che abita a Bexley
un'italiana a Londra
Giada racconta la sua carriera nel mondo del recruitment
pablo (6)
"Pensavo di cambiare la mia vita in meglio e lo sto facendo !"
italiani che lavorano in ufficio a Londra
Testimonianze di italiani che lavorano in ufficio a Londra o Gran Bretagna
un'italiana a Londra
Ad altri italiani rifiutato Universal Credit ingiustamente
My Post (1)
Esperienza di una lettrice entusiasta della meritocrazia londinese
Twitterstorm #JUsticeforjodey (3)
Gli italiani che hanno avuto successo in UK, raccontateci la vostra storia
Vivo a Londra da un anno e mezzo
Vivo a Londra da un anno e mezzo
- Unknow (1)
Disegnatore grafico italiano a Londra parla di meritocrazia
Ultime reazioni
Torna su
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: