“Anche se si tratta di un lavoro difficile e pagato bene non ho una laurea”

“Anche se si tratta di un lavoro difficile e pagato bene non ho una laurea”
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Cerchiamo di dare la parola a tutti e pubblichiamo anche esperienze completamente diverse dalle nostre. Queste testimonianze riflettono solo l’esperienza ed opinione di chi l’ha scritta Se vuoi anche tu aggiungere la tua testimonianza puoi farlo compilando il modulo qui sotto. Ci riserviamo il diritto di non pubblicare testimonianze. Se decidi di condividere la tua esperienza puoi anche scegliere di inviare una tua foto che sarà pubblicata nel tuo articolo, troverai il modulino per caricare la tua foto qui sotto. Inviando il modulo qui sotto acconsenti a pubblicare la tua testimonianza su questo sito

greenparkDa quanto tempo sei in UK e come ti trovi? da 13 anni e mi trovo bene

Che tipo di lavoro fai e come l’hai trovato? Sono field executive per le ricerche di mercato…in poche parole co-ordino gli intervistatori che fanno interviste in tutto il Regno Unito, al momento stiamo intervistando 10,000 pendolari e ho 120 intervistatori da gestire da Londra alla Scozia dobbiamo infatti fare un certo numero di interviste al giorno, spesso lavoro fino a mezzanotte! Sono arrivata a questo livello partendo dal basso anche se si tratta di un lavoro difficile e pagato bene non ho una laurea, lasciai l’Italia a 20 anni Foto: LicenseAttributionShare Alike Some rights reserved by robmcm

Secondo te quali sono i principali lati negativi di Londra/UK?

Si lavora veramente tanto! Spesso mi chiedo se ne valga la pena, dopo avere fatto le mie 9/10 ore in ufficio lavoro da casa quasi tutte le sere e anche al weekend quando ho un progetto grosso in corso che e’ quasi sempre  

The CV Book: How to avoid the most common mistakes and write a winning CV

E quali sono i lati positivi? Le persone con le quali lavoro, potere essere valutati continuamente anche se ci sono risvolti negativi, si aspettano continui aggiornamenti e non possiamo mai stare fermi o siamo fuori dal gioco

Se dovessi rifare tutto verresti ancora a Londra/UK? Quasi sicuramente si o andrei da un altra parte, non starei in Italia

Ritorneresti in Italia? Non ci riuscirei, proprio per il modo di pensare e di lavorare, ho lavorato l’anno scorso con una societa’ di ricerche di mercato di Roma che doveva svolgere la parte italiana di un grosso progetto internazionale e che lentezza, ero sempre al telefono a pregarli di fare la cosa che dovevano finire tre giorni prima. Non posso lavorare in questo modo…

Che consigli daresti a chi sta pensando di trasferirsi a Londra/UK? Non avere paura di partire dal basso e essere pronto a dare il 100% sul lavoro, le soddisfazioni arrivano

Se sei a Londra da almeno 2 anni puoi anche tu rispondere a queste domande qui e contribuire con la tua esperienza

close

🕶 Rilassati!

Iscriviti per ricevere le nostre ultime notizie direttamente nella tua casella di posta.

Non ti invieremo mai spam né condivideremo il tuo indirizzo email.
Scopri di più nella nostra Informativa sulla privacy.

Commenta

Un'esperienza italiana nel Regno Unito

I’m a Doctor & I Love my Job.

- Unknow (9)
Sara insegnante a Londra, sconsiglia di venire a lavorare in ristoranti
"Abito a Fulham da un anno"
pablo (33)
Maria Teresa riflette sul Brexit
pablo (35)
"Mai, proprio mai venire a Londra senza un lavoro"
Opinione di un lettore: “Finalmente ho trovato un ambiente meritocratico e rispettoso”
Opinione di un lettore: "Finalmente ho trovato un ambiente meritocratico e rispettoso"
Il Regno Unito non assicura un futuro a tutti
“Credo che valga la pena venire a Londra con la mia laurea”
"Credo che valga la pena venire a Londra con la mia laurea"
un'italiana a Londra
Londra con il coronavirus raccontata da Rudy, Chiara e Amelia
“Ora lavoro per una piccola pizzeria a Bayswater”
"Ora lavoro per una piccola pizzeria a Bayswater"
Youre-awesome-768x384 (1)
"Tutti gli italiani che conosco se ne vogliono andare"
Ultime reazioni
Torna su