Fabbrica di sale di 6000 anni fa scoperta in Inghilterra

Non è solo Stonehenge che dimostra che le isole britanniche erano abitate almeno 6000 anni fa. Non solo erano abitate ma gli abitanti erano molto intraprendenti. A confermarlo un’altra scoperta archeologica questa volta nello Yorkshire. 

Gli scavi in un sito della fattoria Street House nello Yorkshire hanno trovato prove del primo sito di produzione di sale  nel Regno Unito e uno dei primi nel suo genere nell’Europa occidentale, risalente a circa 3.800 aC.

Hanno scoperto infatti tre focolari, frammenti rotti di ceramica neolitica, alcuni ancora contenenti depositi di sale, manufatti in pietra sagomata e una fossa di stoccaggio, tutte prove della lavorazione del sale. Le ceramiche trovate nel sito erano di un tipo introdotto da immigranti dal nord della Francia intorno al 4.000 a.C. 6000 anni fa, probabilmente non c’era un Nigel Farage allora che non voleva immigrati.

Ma non ci fermiamo qui, ricerche fatte sulle ceramiche trovate a Street House hanno mostrato depositi di lipidi, che significa che erano usati per contenere latticini.  Quindi questo significa che la società si stava spostando dalla caccia e al nomadismo  ad uno stile di vita agricolo più stabile con coltivazione di piante e allevamento di animali. Il sale sarebbe stato un bene raro e di grande valore all’epoca, infatti consentiva la conservazione degli alimenti per l’uso durante l’inverno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scritto da Marina Ricci

Lavorato a Londra, Edimburgo e Bristol per i new media ed editoria. Due bimbi e un gatto.

Fai un corso gratuito del MIT, una delle università migliori al mondo

La mini Glastonbury che potete vedere online