notteDa quanto tempo sei in UK e come ti trovi?

da 3 settimane

Che tipo di lavoro fai e come l’hai trovato?

faccio l’assistente di cucina in un ristorante italiano, sono entrato a chiedere e mi hanno fatto lavorare subito

Secondo te quali sono i principali lati negativi di Londra/UK?

Freddo e tanta pioggia e il cibo lasciamo perdere, mangiano come bestie qui

Foto: LicenseAttribution Some rights reserved by dolali

E quali sono i lati positivi?

[amazon_link asins=’8858003764′ template=’ProductAd’ store=’londr-21′ marketplace=’IT’ link_id=’c5fc1d2a-cda9-11e6-b2ff-c78fc0704329′]Bello girare, il lavoro non manca, si ha voglia di lavorare e si trova subito

Se dovessi rifare tutto verresti ancora a Londra/UK?

Si

Ritorneresti in Italia?

Faccio un esperienza e dopo ritorno subito, mi manca tanto casa mia

Che consigli daresti a chi sta pensando di trasferirsi a Londra/UK?

Compra il biglietto e parti,  se hai voglia di lavorare vai nei ristoranti italiani e ti prendono subito a lavorare, devi farti vedere disposto a lavorare, portati del cibo italiano che qua non si trova, vendono solo schifezzuole

Se  abiti in UK e vuoi anche tu raccontare la tua esperienza puoi compilare il questionario qui sotto

Se vuoi  sapere come trovare lavoro a Londra, leggi le nostra sezione sul lavoro con centinaia di articoli

Queste sono risposte al nostro sondaggio e non necessariamente sottoscriviamo a ciò che viene detto, pubblichiamo le risposte per dover di cronaca e per dare la parola a tutti

4 Commenti

  1. ehm.
    esperienza durata tre anni più vari altri soggiorni medio-lunghi (non tre settimane). sempre mangiato molto bene (potrei dire: in genere meglio di come mangio in Italia, ma è questione di gusti e di dieta specifica) senza spendere miliardi. partita senza portarmi la valigia con chili di pasta d*c***o né caciocavalli e neanche il caffè, tanto meno la moka eccetera. tutta roba che qui si trova al supermercato da anni. poi ovviamente ci sono anche riso e quinoa, noodles e couscous, etc. etc., basta non cristallizzarsi con la storia che ‘niente come la cucina italiana’. se scegli il “km zero” la scelta per frutta e verdura è un po’ più limitata, vero. però lascia passare qualche altra settimana, esplora il tuo quartiere/i quartieri limitrofi e relativi negozi, poi ne riparliamo.

  2. ehm.
    esperienza durata tre anni più vari altri soggiorni medio-lunghi (non tre settimane). sempre mangiato molto bene (potrei dire: in genere meglio di come mangio in Italia, ma è questione di gusti e di dieta specifica) senza spendere miliardi. partita senza portarmi la valigia con chili di pasta d*c***o né caciocavalli e neanche il caffè, tanto meno la moka eccetera. tutta roba che qui si trova al supermercato da anni. poi ovviamente ci sono anche riso e quinoa, noodles e couscous, etc. etc., basta non cristallizzarsi con la storia che ‘niente come la cucina italiana’. se scegli il “km zero” la scelta per frutta e verdura è un po’ più limitata, vero. però lascia passare qualche altra settimana, esplora il tuo quartiere/i quartieri limitrofi e relativi negozi, poi ne riparliamo.

  3. sì piove sempre, il cibo fa schifo e non si trova nulla di italiano. Ah gli inglesi sono sdentati, hanno i baffi, il monocolo, girano con la bombetta e l’ombrello nero.

  4. sì piove sempre, il cibo fa schifo e non si trova nulla di italiano. Ah gli inglesi sono sdentati, hanno i baffi, il monocolo, girano con la bombetta e l’ombrello nero.

Commenta