parchi di londra (3)

Faversham nel Kent

Faversham, una cittaidna nel Kent, sulla costa nord-orientale dell’Inghilterra, è un luogo ideale da visitare per gli amanti della storia. Faversham fu colonizzata per la prima volta dai romani, che le diedero il nome (ovviamente il significato di “fabbro”) e ha visto frequenti insediamenti sia da parte degli Juti che dei Sassoni.

Faversham è più o meno equidistante tra Sittingbourne e Canterbury. Si trova a 70 km a est di Londra, sulla strada da Londra a Dover, a 25 km a est-nordest di Maidstone e 14 km a ovest di Canterbury.

La piazza del mercato, che è anche l’incrocio di tre delle strade più antiche della città, è dominata dalla Guildhall, costruita nel XVI secolo. Il suo porticato a colonne aperte al piano terra forniva la copertura per il mercato. Ha una torre ad un’estremità.

Dopo che il piano superiore e la torre furono danneggiati da un incendio all’inizio del XIX secolo, fu ricostruita in armonia con l’originale e ampliata. L’orologio nella torre fu realizzato nel 1814 da un orologiaio chiamato Francis Crow, il cui laboratorio era nella piazza del mercato di fronte alla torre.

Faversham divenne uno dei principali centri dell’industria britannica degli esplosivi e fu anche la culla dell’industria. Il primo impianto di polvere da sparo fu fondato nel XVI secolo, forse su iniziativa dell’abbazia di Faversham. Con le loro proprietà e dotazioni, i monasteri erano desiderosi di investire in tecnologie promettenti.

faversham

Chart Gunpowder Mills è un monumento duraturo all’industria che prosperò qui tra il 1560 e il 1934. Risalenti al 18° secolo, questi mulini sono i più antichi del loro genere al mondo. Alle 14:20 di domenica 2 aprile 1916, un’enorme esplosione squarciò il mulino di polvere da sparo a Uplees, vicino a Faversham, quando 200 tonnellate di tritolo si incendiarono. Morirono 105 persone.

Uno dei tanti edifici di Faversham è l’ex locanda del 1400 che oggi ospita il Fleur de Lis Heritage Centre che mostra la rassegna degli ultimi 1.000 anni e racconta la storia della crescita e della prosperità della città.

Visita assolutamente Abbey Street, un’arteria completa e ben conservata del XVI secolo. Sono presenti anche un barbiere edoardiano, un caminetto vittoriano, un tipico ufficio postale del villaggio, un centralino telefonico manuale funzionante e mostre di costumi.

Nelle vicinanze si trova Faversham Creek, un’insenatura di marea del fiume Swale che è indissolubilmente legata alla prosperità della città poiché il Creek fungeva da porto di Faversham.

Faversham Creek è una parte del Cinque Ports, e con una tradizione cantieristica così radicata nella storia che il titolo di “The King’s Port” viene mantenuto come riconoscimento della gratitudine reale per la fornitura di navi alla marina.

Rispondi

Torna su