Focolaio di COVID a Leicester e pericolo di una seconda ondata

Focolaio di COVID a Leicester

Non ci sono dubbi che ci sia un focolaio di COVID e Leicester ed esiste la possibilità di avere un lockdown locale, ovvero una zona rossa solo in questa città dello Yorkshire.

Mentre il paese riapre e il 4 luglio riaprono pub e ristoranti, diversi scienziati  anche del gruppo SAGE che dovrebbe consigliare il governo hanno espresso la loro paura che aprire tutto sia un po’ prematuro.

Si aspettano una seconda ondata forse anche tra qualche settimana, ma sicuramente per l’autunno.

In particolare Sir Jeremy Farrar, direttore del Wellcome Trust e membro di Sage , pensa che i casi potrebbero salire fin da ora e che i prossimi mesi prima della riapertura delle scuole a settembre siano critici.

Purtroppo l’app che doveva segnalare  casi di coronavirus che Boris Johnson aveva dichiarato sarebbe stata l’invidia di tutto il mondo non è pronta e probabilmente mai lo sarà. Il governo britannico ha chiesto aiuto a Google, Apple e anche alla Germania per creare un app per controllare la situazione della pandemia.

Preoccupano anche i tanti assemblamenti in giro per il paese, nei parchi e nelle spiagge e il fatto che solo una minoranza indossa la mascherina. Persino sui trasporti pubblici che richiedono l’obbligo della mascherina almeno il 30% non la indossa.

Il focolaio di COVID a Leicester potrebbe essere l’inizio di una nuova serie di zone con il virus in crescita. Il governo vuole assolutamente far ripartire l’economia il prima possibile ma a che rischio?

Leggi anche:

(Si apre in una nuova scheda del browser)(Si apre in una nuova scheda del browser)

17 mila aziende a Londra hanno chiuso in 3 mesi

Pret a Manger potrebbe licenziare personale

L’industria delle arti e spettacolo si trova sull’orlo di un baratro

Fonti:(Si apre in una nuova scheda del browser)

Articolo della BBC

Articolo su Wales Online

rapporto

Scritto da Marina Ricci

Lavorato a Londra, Edimburgo e Bristol per i new media ed editoria. Due bimbi e un gatto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

carte prepagate soldi congelati

UK: Soldi congelati in carte prepagate, molti senza soldi

Parco nazionale di Exmoor; le vedute sono magnifiche