Franco scrive:”Lavorare a Londra senza permesso di lavoro è illegale, fatevene una ragione”

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Cerchiamo di dare la parola a tutti e pubblichiamo anche esperienze completamente diverse dalle nostre. Queste testimonianze riflettono solo l’esperienza ed opinione di chi l’ha scritta Se vuoi anche tu aggiungere la tua testimonianza puoi farlo compilando il modulo qui sotto. Ci riserviamo il diritto di non pubblicare testimonianze. Se decidi di condividere la tua esperienza puoi anche scegliere di inviare una tua foto che sarà pubblicata nel tuo articolo, troverai il modulino per caricare la tua foto qui sotto. Inviando il modulo qui sotto acconsenti a pubblicare la tua testimonianza su questo sito

Ho letto dei cittadini italiani rimpatriati e dei vostri commenti, non riesco a capire come tanti non sono informati dei cambiamenti. 

Andare nel Regno Unito senza permesso di lavoro è illegale. Molte persone sono state colte in questo atto e hanno dovuto affrontare l’espulsione. Un permesso di lavoro è necessario per rimanere legalemente nel Regno Unito. Fatevene una ragione.

Quando ti beccano non solo ti fai un periodo di detenzione, ma una volta rimpatriato non potrai tornare in Gran Bretagna per un certo numero di anni, nemmeno da turista. 

Sono necessari 70 punti per ottenere un permesso di lavoro nel Regno Unito.

Un permesso di lavoro è un documento che dimostra che un individuo ha il diritto di lavorare nel Regno Unito. Un permesso di lavoro è richiesto per tutti i tipi di lavoro, ma non tutti i posti di lavoro possono prendere una persona dall’estero.

Se hai bisogno di un permesso di lavoro nel Regno Unito, devi avere una lettera di presentazione da un datore di lavoro che ha un certificato di sponsorizzazione dal Ministero degli interni.

Dovrai avere 70 punti e un lavoro in mano, prima di poter richiedere un permesso di lavoro. Questi punti vengono assegnati per abilità, qualifiche e qualsiasi esperienza che hai avuto.

[fluentform id=”19″]

Puoi anche tu raccontare la tua esperienza nel Regno Unito, la tua opinione, segnalare qualche evento o qualcosa che potrebbe interessare altri italiani. 

Unisciti alla discussione

  1. Avatar
  2. Avatar

4 commenti

  1. se lavori per italiani a londra, nn devi chiedere il permesso, ti mettono loro a posto, risulta che lavori a Londra in trasferta e nn possonn cacciarti via

  2. se lavori per italiani a londra, nn devi chiedere il permesso, ti mettono loro a posto, risulta che lavori a Londra in trasferta e nn possonn cacciarti via

  3. Caro Ruggero, quello che suggerisci e’ un bel modo per farsi arrestare e farsi deportare.

    Ricordo a tutti che la deportazione da un paese comporta un bollo sul passaporto che puo’ influenzare anche altri visti in futuro.

    Quello che stai suggerendo e’ di diventare immigrati clandestini esattamente come quelli che arrivano sui barconi nel sud Italia.

    Fate vobis…

  4. Caro Ruggero, quello che suggerisci e’ un bel modo per farsi arrestare e farsi deportare.

    Ricordo a tutti che la deportazione da un paese comporta un bollo sul passaporto che puo’ influenzare anche altri visti in futuro.

    Quello che stai suggerendo e’ di diventare immigrati clandestini esattamente come quelli che arrivano sui barconi nel sud Italia.

    Fate vobis…

Lascia un commento

Rispondi

I più venduti
OffertaBestseller No. 1 Dizionario giurieconomico. English-italian, italiano-inglese. Con voci dell'american english
OffertaBestseller No. 2 Italian-English Bilingual Visual Dictionary with Free Audio App
Bestseller No. 3 English Mistakes Italians Make (English Edition)

Ultimo aggiornamento 2021-12-01 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

My Post
"Non cominciate mai dal basso, soprattutto se non siete lattanti"
Mamba lavora come capo cucina e parla di meritocrazia
Mya afferma che bastano voglia e determinazione per raggiungere obiettivi
L'esperienza positiva di Elena che vive ad Oxford
Italia isolata e reazioni degli italiani nel Regno Unito #coronavirus
"A Londra si vive molto meglio"
L'esperienza di Silvia che lavora in un pub a Londra
"La vita qui a Londra separa le famiglie ..Non le unisce! "
- Unknow (5)
Aria scrive che a Londra vogliono soprattutto i cervelli
"L'Italia non offre nulla ai giovani, Londra vi offre la dignità"
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: