italiani

Franco scrive:”Lavorare a Londra senza permesso di lavoro è illegale, fatevene una ragione”

Ho letto dei cittadini italiani rimpatriati e dei vostri commenti, non riesco a capire come tanti non sono informati dei cambiamenti. 

Andare nel Regno Unito senza permesso di lavoro è illegale. Molte persone sono state colte in questo atto e hanno dovuto affrontare l’espulsione. Un permesso di lavoro è necessario per rimanere legalemente nel Regno Unito. Fatevene una ragione.

Quando ti beccano non solo ti fai un periodo di detenzione, ma una volta rimpatriato non potrai tornare in Gran Bretagna per un certo numero di anni, nemmeno da turista. 

Sono necessari 70 punti per ottenere un permesso di lavoro nel Regno Unito.

Un permesso di lavoro è un documento che dimostra che un individuo ha il diritto di lavorare nel Regno Unito. Un permesso di lavoro è richiesto per tutti i tipi di lavoro, ma non tutti i posti di lavoro possono prendere una persona dall’estero.

Se hai bisogno di un permesso di lavoro nel Regno Unito, devi avere una lettera di presentazione da un datore di lavoro che ha un certificato di sponsorizzazione dal Ministero degli interni.

Dovrai avere 70 punti e un lavoro in mano, prima di poter richiedere un permesso di lavoro. Questi punti vengono assegnati per abilità, qualifiche e qualsiasi esperienza che hai avuto.

4 commenti su “Franco scrive:”Lavorare a Londra senza permesso di lavoro è illegale, fatevene una ragione””

  1. se lavori per italiani a londra, nn devi chiedere il permesso, ti mettono loro a posto, risulta che lavori a Londra in trasferta e nn possonn cacciarti via

  2. se lavori per italiani a londra, nn devi chiedere il permesso, ti mettono loro a posto, risulta che lavori a Londra in trasferta e nn possonn cacciarti via

  3. Caro Ruggero, quello che suggerisci e’ un bel modo per farsi arrestare e farsi deportare.

    Ricordo a tutti che la deportazione da un paese comporta un bollo sul passaporto che puo’ influenzare anche altri visti in futuro.

    Quello che stai suggerendo e’ di diventare immigrati clandestini esattamente come quelli che arrivano sui barconi nel sud Italia.

    Fate vobis…

  4. Caro Ruggero, quello che suggerisci e’ un bel modo per farsi arrestare e farsi deportare.

    Ricordo a tutti che la deportazione da un paese comporta un bollo sul passaporto che puo’ influenzare anche altri visti in futuro.

    Quello che stai suggerendo e’ di diventare immigrati clandestini esattamente come quelli che arrivano sui barconi nel sud Italia.

    Fate vobis…

Rispondi

Torna su