Giacinta scrive di non aver mai visto un vero lockdown a Londra

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Cerchiamo di dare la parola a tutti e pubblichiamo anche esperienze completamente diverse dalle nostre. Queste testimonianze riflettono solo l’esperienza ed opinione di chi l’ha scritta Se vuoi anche tu aggiungere la tua testimonianza puoi farlo compilando il modulo qui sotto. Ci riserviamo il diritto di non pubblicare testimonianze. Se decidi di condividere la tua esperienza puoi anche scegliere di inviare una tua foto che sarà pubblicata nel tuo articolo, troverai il modulino per caricare la tua foto qui sotto. Inviando il modulo qui sotto acconsenti a pubblicare la tua testimonianza su questo sito

 
sembrano contradditori, l’unica cosa certa è che gli hotel hanno chiuso e ci pagano l’80%, e non bastano, perchè le spese son rimaste invariate
 
ho sempre visto la gente in giro, non c’è mai stato un vero lockdown. vivo vicino a finsbury park e al parco la gente non ha mai smesso di passeggiare, correre, sdraiarsi e sedersi a prendere il sole e tutti senza mascherina, solo in pochissimi la usano. al supermercato sainsbury’s invece molti la usano, sia clienti che dipendenti
 
la situazione non ha cambiato la mia idea di restare qui, dato che in italia avrei comunque meno chances di trovare un lavoro
 
per fortuna non ne ho avuto bisogno. tempo fa invece ho fatto dei controlli al seno e son stati abbastanza veloci. tempo di attesa due mesi, e tre esami tutti assieme: mammografia, ecografia e biopsia.
 
mi pagano l’80%, e perciò ho chiesto aiuto all’universal credit ma niente da fare. mi hanno detto che avrei avuto il minimo, cioè 317£, ma poi controllando gli aggiornamenti sull’account ho visto che non ne ho diritto. motivazione: per ogni £ che il mio employer mi da’, mi vengono scalati 0,63£ di universal credit. quindi 0 aiuti. se avessi almeno il contratto di affitto mi darebbero qualcosa, ma l’ho chiesto e il landlord non vuole rogne (e tasse da pagare)

Puoi anche tu raccontare la tua esperienza nel Regno Unito, la tua opinione, segnalare qualche evento o qualcosa che potrebbe interessare altri italiani. 

Partecipa anche tu!

Rispondi

Commenti recenti
I più venduti
OffertaBestseller No. 1 Italian-English Bilingual Visual Dictionary with Free Audio App
Bestseller No. 2 Complete Italian Step-by-Step
OffertaBestseller No. 3 All in One Grammar Italian edition with Answers and Audio CDs (2) [Lingua inglese]

Ultimo aggiornamento 2022-01-19 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Franco in Inghilterra da 12 anni racconta la reazione al coronavirus
Con le nuove leggi molti italiani non avrebbero potuto venire
- Unknow (6)
Anna scrive di partire per Londra per un futuro migliore
Abito a Maida Vale da 4 mesi
Katia dice che in Italia si butta via la vita
Gli italiani si trasferiscono ancora a Londra?
Sax racconta la sua esperienza di manager di ristorante e hotel
Impara l'inglese con la musica
- Unknow (12)
Rita, manager a Londra, scrive che basta aver voglia di lavorare per ottenere tutto
Enzo, arrivato a 57 anni, ha trovato un paese civile e serio
Torna su
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: