Quando sei venuto/a a Londra/Regno Unito?

Fine 2015

Come hai cercato una sistemazione fissa e hai avuto problemi?

Tramite un agenzia a Londra di un Italiano (in nero) almeno le case ci sono anche se non esiste un contratto.

Come hai cercato lavoro?

Su internet. Ho provato con agenzia interinale ma non é stato di nessun aiuto.
 Quanto tempo ci hai messo a trovare il tuo primo lavoro?

3 mesi e qualche settimana.

Che tipo di esperienza di lavoro o titoli di studio avevi all’arrivo?
Esperienza nella moda a Milano,laurea in fashion design.

Come era il tuo inglese scritto e parlato al tuo arrivo?

Più che buono (nonna madrelingua inglese)

Quale e’ stato il tuo primo lavoro? E che lavoro stai facendo adesso?

Commessa e ancora commessa in un negozio di vestiti

Se vuoi imparare l’inglese ci sono posti migliori

Come definiresti la tua esperienza a Londra/Regno Unito fino ad ora? E per quali motivi?

Orribile. Orribile. Orribile. Inglesi doppiafaccia, finti sorrisi e finti perbenisti. Invivibile, super sporca i mezzi non li puliscono (vomito dentro al tram, la gente mangia di tutto nei mezzi…pollo curry, piatti con aglio ..poi lasciano il rimasto nascosto sotto i sedili da giorni che emanano una puzza..) cumuli di immondizia quasi ad ogni angolo,alle prime luci della sera le volpi ci rovistanto..assieme ai topi ovvio)…il lavoro se si trova è sottopagato…(anche qui la maggior parte raggira la burocrazia non solo in Italia) orari assurdi, trattati come delle pezze da datori di lavoro…in particolare se non sei anglosassone. Case costosissime ,non curate minimamente da terzo mondo.

“A Londra riceverete quello che vi meritate di ricevere”

 

londonConsiglieresti ad altri di partire per Londra/Regno Unito e per quali motivi?

Assolutamente no. Da fuori ti ti dicono qui è tutto fantastico, hai tante possibilitá…basta che hai voglia di fare e ce meritocrazia…dove? Tante cose per scontato, poi quando arrivi ti rendi conto che lo stivale non è così pietoso come pensiamo. La sanitá poi..si parla tanto male di quella Italiana ma qui e uno scempio.

 

 Potresti dare due consigli utili a chi deve ancora partire?

Ok per un periodo di 6mesi…massimo x studiare o in vacanza. Ma farsi una vita/venire da soli e unicamente per lavorare e un suicidio. Va bene x le famiglie x i benefit(vengon pagati i bambini, ti pagan l’affitto )ma qui non c’è vita, i mezzi sfatiscenti e costosissimi..nemmeno New York l’abbonamento costa come qua…il tempo non aiuta affatto ..impossibile farsi degli amici e non danno possibilitá di lavorare nel tuo campo…uno si ammazza di lavoro solo per soppravivere…anche no. Il gioco non vale la candela, a breve tornerò nella mia amata Italia. Si con tanti difetti ma dove le persone vengono trattate come esseri umani.

“Sto dedicando la mia vita a fare un lavoro che non mi piace”

Queste sono risposte al nostro sondaggio e non necessariamente sottoscriviamo a ciò che viene detto, pubblichiamo le risposte per dover di cronaca e per dare la parola a tutti

Se vuoi anche tu un lavoro a Londra o nel Regno Unito, leggi qui

Puoi anche tu compilare questo sondaggio qui sotto