italiani

Giovi scrive che a Londra tutto funziona bene e non esiste corruzione

Giovi si ritiene contenta della sua esperienza londinese e ne spiega i motivi, non ha le idee molto chiare sui visti di lavoro

Quando sei venuto/a a Londra/Regno Unito? Nel 2016

Come hai cercato una sistemazione fissa e hai avuto problemi? Si deve studiare un po’ la cosa per non pagare affitti da turisti. se si imita la gente del posto si vive bene

Come hai cercato lavoro? Indeed e internet

Quanto tempo ci hai messo a trovare il tuo primo lavoro? 3 o 4 giorni

Che tipo di esperienza di lavoro o titoli di studio avevi all’arrivo? Diplomata liceo classico, bambinaia, animatrice villaggio turistico

Come era il tuo inglese scritto e parlato al tuo arrivo? Scolastico avanzato

Quale è stato il tuo primo lavoro? E che lavoro stai facendo adesso?In un ristorante, ora lavoro da Sainsburys e mi trovo benissimo, sia come azienda, per i colleghi e i clienti. La gente qua è gentile, sul lavoro siamo trattati bene è tutto un altro mondo

Come definiresti la tua esperienza a Londra/Regno Unito fino ad ora? E per quali motivi? Speciale e favolosa, ho trovato la meritocrazia e ho imparato tantissimo, le cose funzionano meglio che in Italia, meno corruzione anzi non esiste proprio secondo me, le cose sono sempre chiare

Consiglieresti ad altri di partire per Londra/Regno Unito e per quali motivi? Certo, consiglio sempre a tutti di venire, si cambia veramente vita qua e in meglio. Le cose devono essere cambiate credo e ora bisogna avere un lavoro prima di venire e forse chiedere anche un visto, non so come funzioni, informatevi prima di partire. Credo che noi italiani possiamo venire, serviamo molto agli inglesi

Potresti dare due consigli utili a chi deve ancora partire? Non farsi paranoie, a Londra si vive bene e vale la pena venirci. almeno per provarci

1 commento su “Giovi scrive che a Londra tutto funziona bene e non esiste corruzione”

  1. Proprio vero guarda, sono un grande fan dell’Inghilterra e di come viene gestita, l’Italia dovrebbe imparare da loro. Onestà in tutti i campi, se solo potessimo avere Boris anche qua

Rispondi a Ruggero Annulla risposta

Torna su