Golders Green era parte della vecchia parrocchia di HENDON dove si trovava anche una tenuta e una foresta.

Il nome deriva dalla famiglia del posto Godyere e il Green si riferisce a un’area di verde che apparteneva alla tenuta.  Nel 1600 si trovano documenti e mappe che chiamano la zona Goulders Green.

Nel 1700 praticamente tutta la foresta fu sgombrata per permettere più agricoltura, infatti questa era una zona fertile e in pianura, necessaria per sfamare la capitale in crescita. E fino alla fine del 1900 era infatti una zona dedicata quasi interamente all’agricoltura.

Foto: © Copyright Christopher Hilton and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Quello che cambió tutto fu la Northern Line nel 1905 che dopo aver scavato un tunnel sotto Hampstead Heath arrivò finalmente un collegamento tra le fattorie di Golders Green e il centro di Londra.

Ovviamente furono costruite centinaia di case nuove per i lavoratori di Londra in una zona che era ancora relativamente economica.

Nel 1902 qui fu aperto il famoso Golders Green Crematorium e poco dopo il Golders Green Hippodrome che fu aperto nel 1914 come locale di musica. In seguito fu usato dalla BBC e diventò la sede della BBC Radio Concert.

La BBC usò l’edificio fino al 2003 quando divenne un luogo d’incontro e di preghiera per una chiesa cristiana, dal 2017 è diventato invece un centro islamico.

Golders GreenA Golders Green abitò anche la celebra biallerina Anna Pavlova per circa 20 anni fino alla sua morte. La casa in cui abitò si chiama Ivy House e ora è una scuola cattolica per bambine.

Foto:  © Copyright Malc McDonald and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Prima della Seconda Guerra Mondiale nella zona vennero a vivere molti profughi dall’Europa dell’Est, la maggioranza di loro erano ebrei. E per questo la zona ha la fama di essere una zona ebraica. Sicuramente lo è ancora, almeno in parte, anche se in genere gli immigrati o almeno i loro figli e nipoti appena in grado si trasferirono in altre zone. Non mancano ancora però negozi e ristoranti ebraici in questa zona.

Come altre zone a Londra create quasi completamente dall’arrivo della ferrovia o metropolitana anche Golders Green non ha molti edifici storici che precedono il 1900. In ogni caso rimane un posto interessante nella storia sociale di Londra.

 

Commenta