green park

Green Park a Londra, la sua storia

Green Park si trova tra Piccadilly e Constitution Hill, con Buckingham Palace e i Victoria Memorial Gardens oltre, e al suo confine orientale il Queen’s Walk, che corre dal Ritz Hotel a Lancaster House nel Mall. Non lontano da Hyde Park, il parco si riempie di gente al minimo accenno di sole. 

Green Park ha avuto i suoi giorni grandiosi, quando i sentieri erano frequentati da gente alla moda e bella e ha visto momenti brutti.

Quando Carlo II tornò dall’Europa e rivendicò il suo trono, il terreno all’interno delle mura del St James’s Palace era praticamente solo un prato.

Carlo racchiuse una parte del parco con un alto muro di mattoni; la terra all’interno divenne nota come Upper St James’s Park, e qui fece mettere dei cervi.

Un funzionario incaricato fece piantare gli alberi, allestire percorsi formali di ghiaia e costruire una Loggia dei Ranger. Al centro del suo nuovo parco, Carlo II costruì una “ghiacciaia”, come si usava in alcune parti della Francia e dell’Italia, e in altri paesi caldi, per raffreddare vini e altre bevande per il stagione estiva.

Molte nuove case furono costruite anche su St James’s Fields, che fiancheggiava il parco a est, e lungo Piccadilly, a nord, apparvero diversi grandiosi palazzi.

green park

C’erano, tuttavia, differenze significative tra l’Upper St James’s Park e il Lower St James’s Park. Nell’Upper Park non c’erano restrizioni all'”estrazione della spada”, quindi divenne la località preferita per i duelli.

Nel gennaio 1696, Sir Henry Colt combatté un duello con il suo avversario qui in tarda serata, probabilmente sotto gli occhi della sua amante, la duchessa di Cleveland.

Il diciottesimo secolo vide molti ulteriori miglioramenti all’Upper St James’s Park. Il parco era abbellito da una fontana vivace ma decorativa, che divenne nota come “The Queen’s Basin” più o meno nello stesso periodo in cui “The Queen’s Walk” veniva allestito lungo il confine orientale.

La regina Carolina, moglie di Giorgio II, si interessò molto all’Upper St James’s Park e ordinò la sistemazione di una passerella privata in modo che i membri della famiglia reale potessero deviare lì in primavera senza essere disturbati dal pubblico in generale.

All’estremità del Mall, aveva costruito una “Queen’s Library”, in realtà, questa non era altro che una casa estiva con vista sul parco.

Diversi resoconti riferiscono che prese un raffreddore camminando nel parco il mattino presto del 9 novembre 1737 e morì a St James’s Palace il 20 novembre, all’età di soli 54 anni.

Nel corso del secolo il parco fu la sede di numerose parate e manovre militari, particolarmente intense durante i periodi più critici della Guerra di Successione Austriaca (1740–1748). Nel 1748 fu organizzato un enorme evento nel parco per celebrare la fine della guerra da un padiglione decorato appositamente costruito vicino alla Queen’s Library.

L’edificio fu chiamato il “Tempio della Pace” e fu progettato da Monsieur Servadoni, che godeva di una notevole reputazione a Parigi. L’edificio sarebbe dotato, al suo centro, di una ‘grande e vasta galleria musicale’, sopra la quale sarebbe una figura allegorica della Pace seguita dalle figure massicce di Nettuno e Marte. Su un palo in cima doveva esserci un’illuminazione rappresentante il sole, che doveva bruciare, presumibilmente, quasi per tutta la notte dei festeggiamenti.

Handel era stato scelto per comporre una grande apertura militare, con oltre cento cannoni sparati dai portici del Tempio.

I cannoni spararono e lo spettacolo iniziò con la grande apertura di Händel, ma il Tempio della Pace prese fuoco e ci furono diversi feriti e almeno un morto. L’intera area fu poi inghiottita da una serie di incendi ed esplosioni quando migliaia di fuochi d’artificio furono accesi dalle fiamme.

Green Park nel 1800

Ulteriori modifiche furono apportate all’Upper St James’s Park durante l’ultima parte del diciottesimo secolo. Nel 1767 Giorgio III ridusse le dimensioni del parco in modo da poter ampliare i giardini di Buckingham Palace.

Il parco fu nuovamente scelto come uno dei principali luoghi di festa nazionale. Si decise di unire le due celebrazioni nell’agosto 1814, centenario dell’adesione della Casa di Hannover in Gran Bretagna.

In questa occasione, quasi un terzo del parco da Constitution Hill in giù era occupato e un edificio temporaneo dal design fantasioso faceva da sfondo a un grande spettacolo pirotecnico.

All’inizio degli anni 1820, sia Green Park che St James’s Park si erano deteriorati a tal punto che i Commissari di Woods, i funzionari responsabili per loro, pubblicarono un forte rapporto sollecitando cambiamenti radicali. Ciò ha coinciso con il desiderio di Giorgio IV e del governo che in futuro entrambi i parchi fossero aperti al pubblico.

Dopo la morte di Giorgio IV, Guglielmo IV mostrò scarso interesse e Green Park fu completamente trascurato.

Si era parlato di giardini ornamentali terrazzati introdotti per conferire bellezza e imponenza alla vista attraverso il parco fino al palazzo, come suggerito da Sir Charles Barry, architetto del nuovo Parlamento. Ma non vennero mai fatti.

green park

Con la morte di William, e con la regina Vittoria a Buckingham Palace, il Green Park era ben curato con alberi, erba e sentieri. Nel 1889, la carreggiata di Constitution Hill fu aperta al pubblico come passaggio per le carrozze, ma limitata a un numero di persone selezionate. Nella prima parte del ventesimo secolo, il Broad Walk divenne una parte più formale di una vista da Piccadilly attraverso il parco fino ai cancelli ornamentali presentati dal Canada.

Questi portavano ai giardini che circondavano la massiccia statua della regina Vittoria inaugurata da Giorgio V nel 1911.

L’estremità settentrionale della vista fu notevolmente arricchita nel 1921 quando i magnifici cancelli di ferro che avevano fatto la guardia alla Devonshire House sul lato nord di Piccadilly furono acquistati dall’allora duca di Devonshire.

Green Park sorto a partire dall’Ottocento e sviluppatosi nel corso del Novecento, è oggi un luogo piacevolmente ordinato, un po’ simile a una piccola distesa di campagna nel cuore di una grande capitale.

Poco è cambiato nell’ultimo secolo con solo due aggiunte: la fontana del Fondo di Costanza con Diana la cacciatrice nuda, posizionata nel 1954, e il Canadian War Memorial nel 1994.

(Visited 2 times, 1 visits today)

Rispondi

Torna su