Greenbooth vicino a Manchester, il paesino sott’acqua

Greenboth si trovava vicino a Rochdale, nella Greater Manchester.

La popolazione di Greenbooth era in declino da decenni prima delle inondazioni. Era stato costruito intorno al mulino locale nel 1800 e non ha mai avuto elettricità.
James Butterworth avviò una tessitura a Green Booth nel 1840. Produceva flanella di lana per le industrie dell’abbigliamento in tutta l’Inghilterra settentrionale.Il “nuovo” villaggio costruito da Butterworth – noto come Greenbooth – era all’avanguardia per i suoi tempi.

Foto: Mmberney, CC BY-SA 4.0 <https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0>, via Wikimedia Commons


Butterworth forniva alloggio e una comunità per i suoi lavoratori, con l’affitto e il denaro del latte prelevati direttamente dai loro stipendi.Una cappella fu costruita proprio sulla collina da John Wesley, il famoso fondatore della chiesa metodista, che soggiornò spesso qui a metà del 1700.


Ma Greenbooth non aveva né una chiesa né un bar nel 1900 e nel 1911 il mulino che era ai tempi gtito dai nipoti di Butterworth fallì. Con la scomparsa del principale datore di lavoro, gli 80 residenti del villaggio hanno iniziato a migrare per trovare lavoro.

Greenbooth Reservoir è un serbatoio nel Metropolitan Borough of Rochdale, Greater Manchester, Inghilterra. La Heywood Waterworks Company completò i bacini idrici Lower, Middle e Higher Naden nel 1846. Una scuola e un negozio di dolciumi erano tutto ciò che rimaneva della città negli anni ’50. Nelle vicinanze esisteva un lanificio. 

L’Heywood and Middleton Water Board concluse nel 1958 che era necessario un altro serbatoio per fornire acqua alla popolazione in espansione di Rochdale e iniziò a costruire il Greenbooth Reservoir proprio dove si trovava Greenboth e il villaggio fu demolito. Alcuni testimoni oculari ricordano come i piani dell’Heywood and Middleton Water Board di inondare la Naden Valley a metà degli anni ’50 hanno suonato la campana a morto per la fine di un villaggio.

Ora del villaggio rimane solo una targhetta sul muro della diga “Questa tavoletta ricorda il villaggio di Greenbooth, il cui sito è sommerso dalle acque di questo bacino”.
Dopo quattro anni di costruzione, è stato allagato nei primi anni ’60 per completare il complesso del bacino idrico della Naden Valley.

Ora uno dei quattro serbatoi della Naden Valley il Greenbooth Reservoir è  una destinazione popolare per far passeggiare i cani, gli escursionisti e gli amanti dell’ambiente.

 

close

🕶 Rilassati!

Iscriviti per ricevere le nostre ultime notizie direttamente nella tua casella di posta.

Non ti invieremo mai spam né condivideremo il tuo indirizzo email.
Scopri di più nella nostra Informativa sulla privacy.

Commenta

Torna su