London skyline at night

Si parla sempre tanto della fuga degli italiani verso l’estero, ma spesso si generalizza molto sui motivi. Si, molti vengono per mancanza di opportunità in Italia, ma non è sempre così, ci sono decine e anche centinaia di motivi per lasciare tutto e partire. 

Qua abbiamo alcune esperienze condivise da nostri lettori, non si tratta di un’analisi statistica o con basi scientifiche solo di opinioni raccolte da chi vuole condividerle ma si nota già che i motivi sono vari. 

Loredana ci ha scritto: “Sono partita a 48 anni dopo il divorzio, Londra mi ha sempre affascinato e ho sempre voluto viverci ma ho avuto figli da giovane e sono rimasta incastrata. Da libera ho potuto finalmente realizzare questo sogno. La mia qualità di vita ha fatto un salto in basso, anche se affitto il mio appartamento in Italia e ricevo i soldi ogni mese, lavoro e sto attenta alle spese, qui la vita costa veramente tanto

Maurizio scrive: “Alla ricerca disperata di giustizia e meritocrazia che in Italia mancano completamente. Non mi sentivo a mio agio in una paese chiuso e che non offre niente ai giovani”

Luisa invece ha una storia diversa: “Per amore, per vivere con il mio fidanzato e ora marito gallese. Viviamo fuori Londra ma ora stiamo per cominciare un’altra avventura in Germania. La Brexit ci ha costretto ad andarcene. “

Marco scrive: “vivo a Londra da circa un anno. Io ho preso la decisione di trasferirmi in UK non perche mi mancasse il lavoro in Italia, anzi mio padre ha un negozio di autoricambi e io lavoravo con lui. Il motivo per il quale mi ha spinto a venire qui è stata proprio la quotidianita Che facevo li. Avevo tutto ma sentivo mi mancasse qualcosa.. Mi sentivo chiuso In una bolla, ero stanco di vivere in quella maniera, avevo bisogno di uscire dalla mia comfort zone e cosi sempre con il supporto dei familiari eccomi qui, beh io non so restero In UK ma l’italia Al momento non rientra miei progetti

Gianluca condivide la sua esperienza: “Sono venuto con la mia ragazza per cercare di aprire gli orizzonti. Sono programmatore e la mia ragazza è disegnatrice grafica, entrambi lavoravamo in Italia”

Federica scrive: Per noia, per fare esperienze e migliorare l’inglese. In Italia lavoravo nella vendita e a Londra ho dovuto fare la cameriera ma volevo fare qualcosa di diverso. Non credo di rimanere ancora molto

Giacomo aggiunge:”Tutti dicono Londra qui e Londra là e volevo provare anch’io. Una città favolosa per qualche anno ma l’Italia rimane sempre l’Italia

Puoi anche tu aggiungere la tua esperienza usando il breve modulo qui sotto

Vieni anche tu nella nostra vivace community su Facebook Ti aspettiamo!

Vuoi rimanere aggiornato tramite Facebook Messenger?  Schiaccia qui per connetterti!

Ultimo aggiornamento 2020-02-25 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Commenta