I musei di Londra, da quelli famosi a quelli sconosciuti

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Ci sono quasi 200 musei a Londra, anche se molti ne conoscono solo una mangiata. Certo, tutti conoscono il British Museum, la Tate Modern, la National Gallery e poi i tre grandi di South Kensington: Il Science Museum ovvero il museo della Scienza di Londra, il Victoria and Albert Museum e il Natural History Museum, sono tutti enormi e gratuiti. Vale la pena di visitare Londra solo per vedere questi musei. 

Ma abbiamo solo visitato la punta dell’iceberg museale della capitale inglese, ce ne sono tantissimi altri. Possiamo dividere i musei di Londra in cinque gruppi:

1) quelli famosi e gratuiti come appunto Science Museum, Imperial War Museum National Maritime Museum di Greenwich con la sua vasta collezione, Saatchi Gallery, Tate Britain, Museo di Storia Naturale di South Kensington, la Tate Modern, la National Gallery a Trafalgar Square etc

2) quelli famosi e a pagamento come Madame Tussauds uno dei famosi musei delle cere, il Design Museum, il London Transport Museum o Courtauld Gallery

3) quelli meno famosi gratuiti come il Grant Museum o il John’s Soames Museum, entrambi piccoli meno conosciuti ma assolutamente da vedere e dobbiamo includere qualsiasi casa museo e ce ne sono diverse a Londra da Dickens a Benjamin Franklyn. 

4) quelli meno famosi ma a pagamento come la Estorick Gallery o il Cartoon Museum. 

5) quelli che sono effettivamente musei ma si trovano in posti che non sono musei come pub o chiese. Ad esempio St Bride’s a Fleet Street ha un bel museo e molte altre chiese della City di Londra ne hanno uno. Anche Hampton Court Palace, Kew Gardens o la Torre di Londra hanno musei al loro interno. 

Mostre temporanee a pagamento

Anche i musei che hanno l’ingresso gratuito però hanno mostre temporanee a pagamento. Possono anche avere esposizioni temporanee gratuite ma quelle grosse sono quasi sempre a pagamento. Per evitare di pagare il prezzo pieno ci sono diverse opzioni, una è il London Pass per chi rimane a Londra solo qualche giorno, un’altra è diventare membro annuale di qualche museo, non pagate le mostre per tutto l’anno e avete altri vantaggi. La terza opzione è un abbonamento chiamato Art Fund che offre ingressi gratuiti o a metà prezzo a tante mostre temporanee e collezioni permanenti a pagamento in tutto il Regno Unito.

La storia dei musei di Londra

Londra ha il museo più vecchio al mondo, ovvero il British Museum che aprì nel 1759 dopo che Sir Hans Sloane lasciò le sue collezioni alla nazione. Sir Sloane morì nel 1753 ma ci vollero 6 anni per trovare uno spazio espositivo adatto. Inizialmente pensavano a Buckingham House, che poi invece divenne Buckingham Palace ma alla fine scelsero Montague House dove si trova tutt’ora. 

Sir Hans Sloane raccolse un vasto numero di campioni di storia naturale, e questi fecero parte della collezione del Museo per oltre cento anni. Nel 1880, con lo spazio a Bloomsbury ad un premio, fu concordato che queste collezioni dovessero trasferirsi in un nuovo sito a South Kensington. Aprirono allora il Museo di Storia Naturale in quel bel palazzo in stile neo-gotico e ora lo scheletro della balenottera azzurra. 

La National Gallery  invece fu fondata nel 1824 quando il governo britannico acquistò una collezione di 38 dipinti dalla tenuta del mercante John Julius Angerstein (1735-1823).

L’ultimo grande museo gratuito che ha aperto è stata la Tate Modern, la galleria

d’arte moderna di fama mondiale che si trova sul Tamigi

Ancora aprono nuovi musei continuamente anche se la pandemia è stata un disastro per quasi tutti i musei, non sono finanziati dallo stato e devono quindi vivere di biglietti ed altre iniziative. Per questo motivo hanno tutti negozi. 

Gli amanti dei musei potranno sbirazzarsi a Londra dal design contemporaneo alle mummie egiziane si trova veramente di tutto e per tutti i gusti. Soprattutto si tratta di collezioni quasi sempre di livello mondiale. 

I musei di Londra

Qui potete vedere i musei di Londra, da quelli famosissimi a quelli che non sapevate nemmeno esistessero. Ogni museo ha una scheda con tutte le informazioni che vi servono per visitarlo. 

Londra

Ultimo aggiornamento 2022-01-23 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Dove festeggiare il Capodanno Cinese a Londra 2022

Nonostante l’epidemia di Omicron, si festeggia il Capodanno Cinese a Londra in qualche modo ma in forma molto ridotta. Difficilmente però riuscirete a non comprare qualcosa da mangiare! Il Capodanno Cinese nel 2022 cade il 1 febbraio e si entra nell’anno della Tigre.  Quest’anno hanno deciso alla fine di non tenere la tradizionale parata del

Richmond-upon-Thames nel Surrey, posto dal passato Tudor

Richmond-upon-Thames è un attraente centro alle porte di Londra con i tanti negozi di catene che si trovano ovunque ma anche tanti  piccoli negozi specializzati e antiquari. Richmond, come viene solitamente chiamato, si trova sia nella contea del Surrey che nella Greater London, quindi siete a Londra ma allo stesso tempo non lo siete. Richmond è

Seven Sisters a Londra; cose da sapere su questa zona

Seven Sisters a Londra si trova inclusa nel postcode N15 nel borough di Haringey. Questa zona postale include anche North Tottenham. Descrizione Generalmente una zona mista etnicamente con molti quartieri di case popolari. Anche in questa zona si trova una vasta comunità greca e turca, ma si trovano anche molti polacchi, somali e colombiani. Recentemente,

Conosci la Queen Anne’s Alcove?

Ci sono cose che vediamo tutti i giorni e non notiamo, la Queen Anne’s Alcove è indubbiamente una di queste. Probabilmente vi siete anche seduti qui per ammirare i fiori e le fontane attorno ma non avete mai notato che si tratta di un edificio del 1705. L’alcova si trova al termine della Serpentine ad Hyde

Il pub storico di Kensington frequentato da Dickens e DH Lawrence

Continuiamo la nostra visita ai locali a Londra. The Anglesea Arms è un pub tradizionale a South Kensington, famoso per essere stato frequentato da Charles Dickens (che per un periodo ha abitato in questa via al numero 11) e DH Lawrence. Anche ora è un pub che è spesso pieno di gente alla sera e

The Mall A Londra, la via della regina

The Mall è un grande viale centrale per le cerimonie di stato e spesso pieno di turisti diretti a Buckingham Palace. Una delle immagini più famose di Londra e il Regno Unito è proprio quella della gente che aspetta di vedere la regina Elisabetta a Buckingham Palace.  Fu creato tagliando alberi di St James’s Park

Rispondi

Torna su