Buckingham Palace non è molto vecchio e solo negli ultimi 250 anni i re o le regine della Gran Bretagna ci hanno abitato.  Vediamo che hanno combinato quando ci vivevano.

Fu infatti comprato da Giorgio III, il re pazzo,  nel 1762. Il re fece parecchi cambiamenti al palazzo e aggiunse 4 librerie. Le sue stranezze si vedevano anche a palazzo, non permetteva a nessuno di sedersi nella stessa stanza dove lui o la moglie erano seduti.

 

Il figlio Giorgio IV era invece uno spendaccione e nonostante il parlamento cercasse sempre di bloccare i suoi piani riuscì a farsi dare i soldi (tanti!) usando uno stratagemma per costruire un arco di marmo all’entrata di Buckingham Palace. L’arco però era troppo stretto per far passare le carrozze e fu quindi rimosso e messo nel nord est di Hyde Park, ovvero a Marble Arch.

Foto: © Copyright GaryReggae and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Il figlio Gugliemo IV regnò solo 7 anni e nemmeno voleva vivere a Buckingham Palace, preferendo passare il suo tempo a Clarence House.

Guglielmo IV non buckingham palaceaveva eredi diretti e il trono passò alla regina Vittoria che regnò fino al 1901 segnando veramente una lunga era, che non a caso si chiama proprio era vittoriana. Fu la prima monarca a usare Buckingham Palace come residenza ufficiale, organizzando serate, intrattenimento e ricevimenti privati. Quando il suo adorato marito Albert morì, la regina trasformò il palazzo in una specie di museo, lasciando esattamente come si trovavano le stanze del marito.

Edoardo VII dovette aspettare tanto per avere il trono e quando divenne re aveva già 60 anni e regnò solo 9 anni. Il re odiava Buckingham Palace e appena morta la madre fece distruggere tante statue e altri oggetti. Organizzò una festa immensa per la sua incoronazione, purtroppo non potè parteciparvi a causa di un attacco di appendicite. Durante il suo regno tutti gli orologi di Buckingham Palace erano avanti di 30 minuti. Fece rimodernare molte parti del palazzo.

Al contrario Giorgio V era un re tranquillo. molto diverso dal padre, anche se ci era molto attaccato.Tanto tranquillo che fu considerato quasi noioso, infatti non si sentiva musica a palazzo come succedeva invece con i suoi predecessori.  Fu più o meno sempre malato dal 1915 quando cadde da cavallo e il fatto che fumava molto causò problemi respiratori, negli ultimi anni aveva l’ossigeno a Buckingham Palace. Nel 1931 ricevette Gandhi a Buckingham Palace.

  Il figlio maggiore Edoardo VIII ci stette veramente poco al trono infatti abdicò quasi subito per sposare una divorziata americana. Si dice anche che fu costretto a rinunciare al trono visto il fatto che era apertamente simpatizzante di Hitler.

Cose che forse non sapete su Buckingham Palace

Comunque fosse al trono ci salì il fratello Giorgio VI, timido e balbuziente non sembrava adatto a fare il re. Dovette anche affrontare la seconda guerra mondiale e i bombardamenti. Buckingham Palace fu bombardato ben 9 volte dai tedeschi.

La regina Elisabetta invece non voleva abitare a Buckingham Palace inizialmente, come Guglielmo IV avrebbe preferito vivere a Clarence House, ma Winston Churchill la convinse a viverci, per dare l’impressione di regalità e pompa che secondo lui i sudditi volevano dopo i sacrifici della Seconda Guerra Mondiale. Nel 1993 la regina aprì parte di Buckingham Palace al pubblico in estate per raccogliere i soldi per restaurare il castello di Windsor dopo l’incendio.

Scopri l’Inghilterra: Salisbury e Old Sarum nel Wiltshire