La storia del Cheddar può essere fatta risalire ai Romani, che introdussero i formaggi duri in Gran Bretagna. Fu il sistema feudale, tuttavia, a portare allo sviluppo dei grandi e robusti formaggi britannici tradizionali, poiché concentrò la maggior parte delle terre nelle mani di pochi grandi proprietari terrieri che potevano permettersi di fare formaggi molto grandi.

La forma del Cheddar

Il Cheddar si presenta sotto forma di un grande cilindro di forma piatta, con una crosta spessa e dura, spesso coperta da una muffa grigia. La muffa cresce sulla stoffa che avvolge il formaggio e riduce la perdita di umidità in modo che il formaggio possa sviluppare la sua caratteristica consistenza densa, cremosa e terrosa.

Tuttavia, non fu fino al XVI secolo che questo formaggio duro, prodotto nelle colline di Mendip vicino alla  Cheddar Gorge nel Somerset, divenne noto come Cheddar. Il pascolo lussureggiante, le colline ondulate e le grotte naturali offrivano le condizioni ideali per grandi mandrie e ciò significava che i produttori di formaggi tendevano a fare enormi formaggi di 60-120 libbre (27-54 kg) che richiedevano 2-3 anni per maturare.

Note di degustazione

Assaggiare un Cheddar non pastorizzato, legato con una stoffa, prodotto con il latte di mucche che si nutrono di erba fresca, trifoglio, ranuncoli e margherite, significa assaporare un pezzo di Inghilterra. Il morso è compatto ma flessibile come il cioccolato, il profumo terroso e leggermente saporito. Il sapore varia da fattoria a fattoria, ma c’è sempre la dolcezza del latte, un’acidità classica, a volte nocciola, spesso con un’esplosione di sapore in bocca e un persistente retrogusto di formaggio e cipolla.

Come gustarlo

Da generazioni, il Cheddar è stato parte integrante della dieta inglese, nei sandwich, come spuntino veloce, nei pranzi dei contadini, o come enormi spicchi su vassoi di formaggio, adornati con mele Cox, noci sottaceto e pane croccante. È anche eccellente in salse, fuso su patate al forno o grattugiato su numerosi piatti di verdure e grigliati. Ottimo con un Merlot o un Pinot Noir.

Il Cheddar può essere venduto già a sei mesi, quando ha una consistenza più morbida e un sapore delicato, quasi burroso. A 12 mesi, la consistenza è più soda, quasi gommosa, e il sapore è più intenso. A 18 mesi, la consistenza è più secca, talvolta con cristalli di calcio croccanti, e il sapore è più saporito

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Optimized with PageSpeed Ninja