Il giardino giapponese di Holland Park

Holland Park era dove un tempo si trovava Holland House, andato quasi tutto distrutto durante la Seconda Guerra Mondiale.

Ora il parco ospita effettivamente due giardini giapponesi. Il primo si chiama Kyoto Garden ed è stato aperto nel 1992 in occasione del festival del Giappone che si era tenuto a Londra in quell’anno.

Il giardino è stato fatto da un noto giardiniere giapponese seguendo i principi zen.

Nel giardino trovate un laghetto nel quale nuotano i pesci Koi, al suo centro una cascata con l’acqua che cade su diverse rocce messe di proposito per ottenere l’effetto migliore. Vedrete tutto meglio dal ponticello di legno.

Intorno al laghetto girano liberamente i pavoni. Il periodo migliore per visitare il giardino è probabilmente l’autunno quando gli aceri diventano particolarmente colorati.

Il secondo giardino si chiama Fukushima Memorial Garden ed è stato aperto nel 2012 per ringraziare l’aiuto ricevuto dai britannici dopo il terribile terremoto di Fukushima. Si trova proprio accanto al Kyoto Garden.

Il giardino è aperto tutti i giorni dalle 10 alle 18 d’estate e alle 16 d’inverno.

Il significato dei nomi di 52 posti londinesi

Foto: © Copyright John Goodall and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

 

Vuoi rimanere aggiornato tramite Facebook Messenger?  Schiaccia qui per connetterti!

OffertaBestseller No. 1
LEGO Architecture - Londra, 21034
  • Interpretazione LEGO Architecture di Londra
  • Contiene la National Gallery, la Colonna di Nelson, il London Eye, il Big Ben (Elizabeth Tower) e il Tower Bridge
  • Il fiume Tamigi è riprodotto con tegole trasparenti su base
OffertaBestseller No. 2
Londra. Con carta estraibile
  • Harper, Damian (Author)

Ultimo aggiornamento 2020-08-08 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

rapporto

Scritto da admin

Autore per pagine generiche e di informazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Man with luggage standing in terminal walkway at airport

Permessi di lavoro e passaporti, altri dettagli ufficiali sull’immigrazione

Boschi antichi che potete raggiungere con la metropolitana