Il governo britannico promette soldi ai teatri e alle arti

Dopo decine e decide di appelli il governo britannico ha finalmente dichiarato di dare 1,7 miliardi di sterline alle arti.

Il pacchetto è indubbiamente sostanzioso e generoso ed è stato una sorpresa, visto che fino a ieri il governo si era mostrato contro interventi economici. Quasi un quarto di questi soldi saranno in forma di prestiti. 120 milioni di sterline saranno per continuare le costruzioni interrotte dalla pandemia.

Questo significa che alcune famose istituzioni come The Globe Theatre o la Royal Albert Hall dovrebbero essere salve, ma arrivano troppo tardi per salvare i teatri e musei che hanno già chiuso e le persone che sono state licenziate. Si spera che bastino per salvare il lavoro di tante altre persone.

Questa settimana il governo dovrebbe annunciare un piano (questa volta si spera sia vero) per la riapertura dei teatri.  Con le distanze che ci devono essere tra spettatori, molti teatri perdono soldi se aprono e vediamo come il governo cercherà di risolvere questo problema.

Leggi anche:

Il Theatre Royal di Drury Lane(Si apre in una nuova scheda del browser)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scritto da Daniela Mizzi

Nel Regno Unito dal 1991, grande viaggiatrice e amante dell'avventura. Lavorato in diversi settori dall'amministrazione al settore pubblicitario.

Una lettrice scrive che chi lavora tanto viene subito ricompensato

Pret a Manger ha deciso di chiudere 30 negozi