museo delle legioni romane

Il museo delle legioni romane a Caerleon in Galles

Forse non ti aspetti di trovare un museo dedicato alle legioni romane nel mezzo del Galles, National Roman Legion Museum è il nome di questo museo e si trova a Caerleon, appena fuori Newport. 

È uno dei tre siti romani di Caerleon che ai tempi dei romani si chiamava Isca Augusta, insieme al museo delle terme e alle rovine all’aperto dell’anfiteatro e delle baracche. Fa parte della più ampia rete di Amgueddfa Cymru – National Museum Wales. Il sito ufficiale del museo si trova qui e l’ingresso è gratuito.

Isca era una fortezza romana e una città sul fiume Usk, che ne condivide il nome. Il forte fu in seguito specificato Isca Augusta, e noto anche agli studiosi come Isca Silurum (“Isca dei Siluri”). Questo era il sito di una fortezza e di un insediamento o vicus legionario romano, i cui resti si trovano sotto parti dell’attuale villaggio suburbano di Caerleon nel Monmouthshire.

In epoca romana, la fortezza di Isca Augusta fungeva da roccaforte sullo stretto valico tra le terre del Severn e quelle di Glamorgan. Fu costruito nel 75 d.C. ed era una delle sole tre fortezze legionarie romane permanenti in Gran Bretagna. Fu occupata e operativa per poco più di 200 anni.

Il Museo Nazionale della Legione Romana si trova all’interno di ciò che resta della rocca, e contiene vari reperti del periodo di Isca Augusta della Legio II Augusta dalle monete romane alle divise.

Il museo si trova nel centro dell’Isca romana, su quella che era la via principale che portava all’anfiteatro.

Il primo edificio museale fu il Museo Antiquario del 1850. Questo fu costruito su progetto di Henry Francis Lockwood di Hull, un semplice edificio a forma di scatola in pietra di Bath. L’unico elemento architettonico degno di nota era il portico a pilastri in stile greco-dorico. Poco si sa dell’edificio originale, ma si sa che ha riutilizzato le travi della nave nel tetto e dettagli in pietra della Old Market House di Caerleon che era stata demolita poco prima.

Rispondi

Torna su