CONDIVIDI

Iniziamo oggi una serie dedicata alle tante persone che immigrate a Londra hanno contribuito in qualche modo alla vita della città. Iniziamo con Ira Aldridge nato a New York nel 1807 e uno dei pochi attori afro-americani di quei tempi.

A causa del razzismo in patria decise di emigrare a Liverpool a 17 anni, la Gran Bretagna aveva reso illegale la schiavitù e c’erano maggiori opportunità per attori non bianchi.

Anche senza conoscenze e poca esperienza teatrale, riuscì nel giro di un anno a debuttare in un teatro londinese dopo essersi inventato una storia che lo vedeva un discendente diretto di principi africani. In seguito ebIra Aldridgebe piuttosto successo con l’Otello e continuò a girare l’Europa con diversi drammi di Shakespeare, ebbe particolare successo in Polonia e Prussia.

Si sposò due volte, la prima volta appena arrivato in Inghilterra con una donna inglese e il matrimonio durò 40 anni fino alla morte della moglie e poi con una contessa svedese.

Ira Aldridge scrisse anche alcune commedie. Benchè ebbe successo dovette comunque affrontare parecchio razzismo, per esempio un critico del teatrale di The Times scrisse che a causa delle sue labbra non era in grado di pronunciare bene l’inglese.

Strade famose di Londra: King’s Road

Foto: William Mulready [Public domain or Public domain], via Wikimedia Commons

Prezzo: Vedi su Amazon.it
‘ template=’ProductLink’ store=’londr-21|thelondonlink-21′ marketplace=’IT|UK’ link_id=’4c767fdf-0c19-11e8-8dce-93eec1a85ea6′]Visse a Londra al 5 di Hamlet Road al Crystal Palace quando non era in giro per l’Europa.

Dopo la sua morte nel 1866, fu quasi dimenticato in Europa, ma diventò un ispirazione tra gli afro-americani che volevano diventare attori.


View Larger Map