Pen handles signed documents with model houses.

Recentemente anche in Inghilterra è passata una legge che proibisce agenzie immobiliare di far pagare una cifra di spese amministrative (o come altro vogliono chiamarla) agli inquilini. In Scozia è illegale far pagare spese amministrative dal 2012. In Galles saranno illegali da settembre.

Le agenzie immobiliari possono solo far pagare affitto e deposito e nient’altro. Ma come la Scozia dimostra non tutte le agenzie seguiranno subito la legge e purtroppo la responsabilità cade molto sugli inquilini a non pagarle e a segnalare agenzie fuorilegge alle autorità.

L’esempio della Scozia però ci insegna che in quasi tutti i casi quando le agenzie sono avvertite che stanno facendo una cosa illegale, prontamente smettono di chiedere soldi o li restituiscono immediatamente. Praticamente sperano nell’ignoranza dell’inquilino.

Ora non possono più fare pagare per controllare il vostro credito, per fare l’inventario o per fare contratti o altre procedure amministrative. Inoltre non si può chiedere più di cinque settimane di deposito. Quindi se vedete qualcuno che chiede 2 o 3 mesi sappiate che non è legale.

Ci sono eccezioni, le agenzie e padroni di casa possono farvi pagare se volete dei cambiamenti al contratto, se siete in ritardo a pagare l’affitto o se ve ne andate prima della fine del contratto.

Non possono farvi pagare per vedere delle case o stanze, per rifare il giardino o altre cose che ogni tanto si inventano. Certo potranno aumentare l’affitto per coprire certe spese ma non possono farlo più di una volta all’anno e devono darvi un preavviso.

Se colpevoli le agenzie o padroni di casa pagheranno fino a £5000 di multa la prima volta che commettono questo reato, se lo fanno ancora nel corso di 5 anni la cifra potenziale della multa è illimitata.

Se avete problemi con qualche padrone di casa o agenzia, fate prima presente che siete a conoscenza della legge (entrate in vigore il 1 giugno 2019) se non basta potete contattare Shelter.

Questo vale per tutte le agenzie che operano sul territorio britannico, non importa se hanno una gestione italiana o svedese, se affittano case o camere qui devono seguire la legge britannica.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.