“In Italia avevo sempre l’angoscia, a Londra sono serena e tranquilla”

“In Italia avevo sempre l’angoscia, a Londra sono serena e tranquilla”
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Cerchiamo di dare la parola a tutti e pubblichiamo anche esperienze completamente diverse dalle nostre. Queste testimonianze riflettono solo l’esperienza ed opinione di chi l’ha scritta Se vuoi anche tu aggiungere la tua testimonianza puoi farlo compilando il modulo qui sotto. Ci riserviamo il diritto di non pubblicare testimonianze. Se decidi di condividere la tua esperienza puoi anche scegliere di inviare una tua foto che sarà pubblicata nel tuo articolo, troverai il modulino per caricare la tua foto qui sotto. Inviando il modulo qui sotto acconsenti a pubblicare la tua testimonianza su questo sito

poppies1. Da quanto tempo sei a Londra/UK e come ti trovi?

da 10 mesi e mi trovo bene

* 2. Che aspettative/piani avevi al momento della partenza?

 

trasferimento definitivo

 

 

* 3. Quanto pensi di rimanere e se vuoi andare via, dove andresti?

Voglio rimanere qui, è un posto fantastico

Foto: © Copyright Oast House Archive and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

* 4. Che lavoro fai e come l’hai trovato?

Sono care assistant per un ospedale privato, trovato online dopo 4 giorni che stavo a Londra

* 5. Che tipo di lavoro volevi?

Non avevo grandi pretese ma volevo evitare i ristoranti, nn fanno per me

* 6. In base alla tua esperienza, consiglieresti ad altri di venire a Londra/UK e perche’?

Si, consiglio a tutti di venire, si trova facilmente lavoro e gli stipendi sono alti rispetto all’Italia. Con un pochino di iniziativa si può vivere a Londra con poco e alla fine del mese risparmio sempre almeno 400 sterline

* 7. In generale, quali sono i lati positivi della tua permanenza a Londra/UK?

Ho un lavoro che mi permette di vivere bene e risparmiare, nuovi amic e  ho la speranza in un futuro migliore che in Italia non avevo, in Italia avevo sempre l’angoscia, a Londra sono serena e tranquilla

* 8. Sempre in generale, quali sono invece i lati negativi?

Non ne vedo ancora, chiedetemelo tra 5 anni!

 

 

Se  abiti in UK e vuoi anche tu raccontare la tua esperienza puoi compilare questo breve questionario

Queste sono risposte al nostro sondaggio e non necessariamente sottoscriviamo a ciò che viene detto, pubblichiamo le risposte per dover di cronaca e per dare la parola a tutti

close

🕶 Rilassati!

Iscriviti per ricevere le nostre ultime notizie direttamente nella tua casella di posta.

Non ti invieremo mai spam né condivideremo il tuo indirizzo email.
Scopri di più nella nostra Informativa sulla privacy.

2 commenti su ““In Italia avevo sempre l’angoscia, a Londra sono serena e tranquilla””

  1. Avatar

    scusate l’ignoranza, ma esattamente cosa fa un “care assistant”? E’ tipo un infermiere, o un’OSS, o cos’altro? Grazie

    1. Avatar

      la figura del carer e’ una persona che aiuta le persone con difficolta’ di movimento, permanenti e non, dovute all’eta’, a malattie degenrative ed altro, puo fare semplici medicazioni ma non e’ un infermiere qualificato. Puo lavorare a domicilio o presso un ospedale. Le mansioni sono molto ampie per esempio, un tipo di carer puo essere la persona che va a casa dell’anziano per farlo mangiare, cambiare, assicurarsi che dorma in un letto pulito, prenda le medicine… insomma, “caring for a person”. La figura del carer molto spesso evita la ospedalizzazione del soggetto. Un OSS ???? 🙂 Immagino sia una qualifica coniata nell’Italia della burocrazia… 🙂

Commenta

Un'esperienza italiana nel Regno Unito

I’m a Doctor & I Love my Job.

pablo (33)
"Non tutti noi siamo contenti di fare i camerieri e i commessi"
Parto per Londra in gennaio o febbraio
Lavoro in una cucina di un ristorante
Lavoro in una cucina di un ristorante
pablo (32)
"Il lavoro si trova con una facilita' ridicola"
- Unknow (1)
Nell 2021 voglio conquistare Londra! Londra aspettami!
manager a londra
Luciana a Londra dal 2010 dice che non esiste discriminazione
“Integratevi, uscite e fate amicizie”
"Integratevi, uscite e fate amicizie"
birmingham
"Se si esclude Londra, evitate tutta l'Inghilterra come la peste"
Spanish passport next to keys and clock on a table
Come vedere e provare che hai il diritto di rimanere in UK anche dopo la Brexit
Marcella in Inghilterra
Valerio dice che gli italiani non possono criticare UK per il coronavirus
Ultime reazioni
Torna su
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: