Iscriviti al sindacato degli inquilini a Londra

Colgo questa opportunita’ per informare i miei connazionali a Londra che esiste un sindacato per gli inquilini. In tanti abbiamo problemi con i padroni di casa e tra tre settimane ricominciano gli sfratti. In Inghilterra gli sfratti sono velocissimi, il padrone di casa si reca in tribunale e in 5 o 10 minuti decidono lo sfratto. Nel giro di 5 o 10 giorni arrivano i bulli a buttarvi fuori. 

Con la pandemia molti inquilini non riescono a guadagnare abbastanza per pagare l’affitto e rischiano di essere buttati fuori di casa, letteralmente per strada nei prossimi mesi. Se siete in questa situazione o avete problemi, unitevi agli altri, l’unione fa la forza!. Il mio padrone di casa ha cercato di aumentarmi l’affitto di 200£ nel bel mezzo della pandemia, se fossi stato solo ed impaurito avrei pagato. 

Noi immigrati siamo anche messi peggio, tanti italiani saranno per strada a fine anno. Con nessun aiuto in arrivo, faranno l’inverno sotto i ponti fin quando verranno deportati per non avere casa. Fino al 31 dicembre non possono deportare cittadini europei senza casa, ma passata quella data potranno farlo in molti casi. 

Leggi anche:

25% degli inquilini a Londra fatica a pagare l’affitto(Si apre in una nuova scheda del browser)

  • Ma per cortesia, i padroni di casa hanno il diritto di avere i soldi dell’affitto non facciamo tante storie. gli inquilini dovrebbero sempre risparmiare per momenti incerti e non spendere tutti i soldi ogni mese.

    • I “padroni di casa” esercitano una attività imprenditoriale che in quanto tale sconta una cosa che si chiama RISCHIO. Il governo ha deciso che non possono sfrattare per 4 mesi (vedremo cosa succederà il 20 settembre alla scadenza della proroga) anche se non viene loro pagato l’affitto, è con Boris che devono parlare se hanno problemi. Negli ultimi anni hanno anche profittato di un sistema ladro e che li favorisce ridicolmente nell’affittare case pietose a cifre spropositate, peraltro.

  • Scritto da Edoardo Rossi

    Il governo ha annunciato pagamenti per chi si deve isolare

    L’aeroporto di Gatwick a Londra licenzia un quarto dei suoi dipendenti