Italiana, assistente di volo, si lamenta della incompetenza in Inghilterra

Quando sei venuto/a a Londra/Regno Unito? 
Nel 2017
 
Come hai cercato una sistemazione fissa e hai avuto problemi? 
Nessun problema, vivo col mio fidanzato
 
Come hai cercato lavoro? 
E’ stata dura. All’inizio tramite agenzia con recruiter che arrivarono a dirmi che non avevo molte possibilità in quanto non British..
 
Quanto tempo ci hai messo a trovare il tuo primo lavoro? 
5 mesi
 
Che tipo di esperienza di lavoro o titoli di studio avevi all’arrivo? 
Laurea in lingue straniere esperienza come buyer
 
Come era il tuo inglese scritto e parlato al tuo arrivo? 
Molto buono
 
Quale e’ stato il tuo primo lavoro? E che lavoro stai facendo adesso? 
Ho lavorato in un’azienda che si occupava di pensioni. Ora faccio l’assistente di volo.
 
Come definiresti la tua esperienza a Londra/Regno Unito fino ad ora? E per quali motivi? 
Ho sempre amato l’Inghilterra e la cultura inglese, poi ci sono venuta a vivere e il mito e’ caduto. L’Inghilterra e’ un paese freddo, inospitale e c’è’ un’incompetenza ed ignoranza generale Disarmante. I tempi del colonialismo sono terminati ma loro non se ne sono accorti. Una delle razze peggiori che esista al mondo.
 
Consiglieresti ad altri di partire per Londra/Regno Unito e per quali motivi? 
Assolutamente no. Ci sono posti nel mondo dove la qualità della vita e’ migliore.
 
Potresti dare due consigli utili a chi deve ancora partire? 
Scegliete paesi non razzisti.

Cerchiamo di dare la parola a tutti e pubblichiamo anche esperienze completamente diverse dalle nostre. Queste testimonianze riflettono solo l’esperienza ed opinione di chi l’ha scritta Se vuoi anche tu aggiungere la tua testimonianza puoi farlo compilando il modulo qui sotto. Ci riserviamo il diritto di non pubblicare testimonianze. Se decidi di condividere la tua esperienza puoi anche scegliere di inviare una tua foto che sarà pubblicata nel tuo articolo, troverai il modulino per caricare la tua foto qui sotto. Inviando il modulo qui sotto acconsenti a pubblicare la tua testimonianza su questo sito

Carica files

rapporto

Scritto da Guest Post

Articoli inviati da lettori, puoi anche tu inviare un articolo, la tua esperienza o segnalare qualcosa, se lo desideri usando questo modulo.

Come sito di italiani nel Regno Unito cerchiamo di dare la parola a tutti ma non siamo necessariamente d'accordo con tutte le opinioni espresse.

$ s Commenti

lascia un commento
  1. Per quanto possa condividere certe osservazioni: GB è ora un paese alla deriva in mano a degli incompetenti, trovo che tu stessa stai facendo razzismo. Non esiste una ‘razza inglese’, informati prima di scrivere online e cmq decisioni gestionali e politiche non sono una questione di razza. Ho il papà italiano e mamma inglese e trovo discorsi come i tuoi offensivi e ignoranti.

  2. Incompetenti e razzisti, ma sicuramente parlava Dell Italia… Dovrebbe tornare lì cercare lavoro e immergersi in tutte le burocrazie mafiose italiane. Allora si. Io vivo a tenerife da 15 anni, mia figlia in Inghilterra, e ogni volta che vado per vederla, problemi zero, gente accogliente e simpatica. Ogni mondo è paese, forse questo devi capire.

  3. The pot calling the kettle black. Ci sono anche inglesi razzisti e ignoranti ma ci sono anche italiani razzisti e Ignoranti, e il tuo post ne è la prova.

  4. Allora perché non torna nella sua armata patria dove NULLA funziona, il governa pensa solo ai propri interessi e come sfruttare al massimo il proprio popolo, con tasse esagerate e nulla in cambio…e dove tutti pensano ad “apparire” e molti …. Tanti..
    “truffano” il prossimo….tutela zero….per quanto riguarda il razzismo anche gli italiani lo sono ma l’unico motivo di tanta accoglienza e solo per interesse tra governanti….

  5. Razzismo e ignoranza ci stanno a palate pure in Italia, in compenso in Inghilterra i politici pensano al bene del paese e del popolo, non ai loro sporchi interessi.e in Inghilterra abbiamo tutti diritti veri e dignità

  6. Razzismo e ignoranza ci stanno a palate pure in Italia, in compenso in Inghilterra i politici pensano al bene del paese e del popolo, non ai loro sporchi interessi.e in Inghilterra abbiamo tutti diritti veri e dignità

  7. Torna in Italia a fare la disoccupata, tu come italiana dovresti abbassare la cresta e imparare dal popolo inglese. Prendi i soldi da loro, rispettali, se sei una persona onesta, sono anziano ma sei voi siete la gioventù italiana, povera Italia

  8. Ti sei creato un mito dell’Inghilterra e poi ti senti deluso quando l’esperienza di vivere in una città in ogni caso molto atipica del nostro paese nonché tra le più frenetiche del mondo ha sfatato quel mito.

    Qualsiasi bufalaro capace di eseguire un Google Search avrebbe potuto dirti che la vita del Big Smoke non è un gioco da bambini. Una laurea evidentemente non ti compra tutto…

    Ci incolpi di cose ben sgradevoli con nemmeno un singolo esempio dato per motivare le tue accuse. Come molti chi non ci tengono a informarsi bene sul loro paese di adozione, sembri anche incapace di differenziare nettamente tra Londra, Inghilterra, e gli inglesi (mi sa che confondi pure il Regno Unito con l’Inghilterra).

    È in virtù di persone come te che l’Italia spesso gode di una reputazione da paese arretrata all’estero.

    Get off your high horse matey.

  9. Questa sarebbe la fuga dei cervelli dall’Italia? Vivere all’estero dovrebbe dare la possibilità di conoscere un altro paese. Tu invece ci vivi e tutto quello che sai dire è fare un elenco di luoghi comuni ignoranti e superficiali, mettendo in evidenza che del paese conosci e capisci meno di nulla. Complimenti!

  10. Quando dico che si dovrebbe avere un po’ di senso critico, non intendo una roba come questa. Nessuna critica costruttiva solo una lista di luoghi comuni lanciata a caso. Come mi cadono le braccia quando leggo certi commenti. Certi Brits dicono cose spaventose, ma si tratta solitamente di persone che non hanno mai vissuto in un altro paese e traggono le loro informazioni da carta igienica come The Express e The Mail. Da una persona che vive in un paese straniero mi aspetto qualcosa di meglio, forse mi aspetto troppo dalla gente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

shambles a york

The Shambles a York; un posto da non perdere

Lettrice che lavora negli alberghi racconta la sua esperienza londinese