Italiani a Londra e UK, come state vivendo l’epidemia del coronavirus?

L’epidemia vera e propria non è ancora arrivata nel Regno Unito, ma con 19 casi sappiamo che si tratta solo questione di giorni prima che la cosa diventi seria. Nel frattempo gli italiani che sono tornati dal Nord Italia e presentano sintomi devono andare in quarantena volontaria e chiamare il 111.

Ma di italiani ne stanno arrivando sempre meno, infatti sia British Airways e Easy Jet hanno cancellato molti voli da e per il nord Italia. Non tanto per paura del virus, ma perché non hanno molti passeggeri.

La nostra domanda è come vivono gli italiani in UK questa epidemia. Alcuni ci hanno detto che non hanno avuto nessun controllo all’aeroporto in entrata, cosa che hanno trovato sconcertante. Altri sono invece contenti che in UK fino ad ora la cosa non è stata presa troppo seriamente. Altri ancora ci contattato preoccupati dei figli a Londra, ma lo dobbiamo dire per la stragrande maggioranza delle persone giovani e in salute questo virus non dovrebbe essere un grosso problema. Sono i figli piuttosto che dovrebbero preoccuparsi dei genitori in Italia. 

Altri ci hanno detto che il loro datore di lavoro ha vietato viaggi in Italia e quindi hanno dovuto già disdire le vacanze di Pasqua. Un italiano addirittura è stato contattato dal padrone di casa che gli ha chiesto di non andare in Italia o ospitare amici italiani. 

E voi che fate? Siete preoccupati? Fate come se niente fosse? Avete avuto esperienze positive o negative in merito? Qualcuno si è spostato quando vi ha sentito parlare italiano? 

Compilate il nostro brevissimo modulo e raccontateci tutto!

Vuoi rimanere aggiornato tramite Facebook Messenger?  Schiaccia qui per connetterti!

Scritto da Daniela Mizzi

Nel Regno Unito dal 1991, grande viaggiatrice e amante dell'avventura. Lavorato in diversi settori dall'amministrazione al settore pubblicitario.

“Dopo 4 anni a Londra, l’Italia mi sembra un incubo”

Cercare lavoro a Londra o in altre parti dell’Inghilterra?