giornata della lingua inglese

“Italiani in Gran Bretagna dobbiamo fare qualcosa ora”

ÞLe stesse qualità che hanno attratto molti italiani a mollare tutto e venire a vivere in Gran Bretagna ora, nel caso di un virus, si dimostrano inutili.

La mancanza di burocrazia, lo spirito individualista, l’economia ruggente e ognuno può fare ciò che vuole che piacevano tanto a molti di noi ora non funziona più.

Il premier Boris Johnson mette l’economia sopra la vita della gente e ora gli italiani hanno paura. Ci sono ancora italiani che lo difendono a tutti i costi, dicendo che è bravo e serve un’economia forte e non possiamo fare i buonisti, molti vecchi moriranno comunque. Ma noi altri siamo spaventati di trovarci in questo paese e di non poter forse tornare in Italia per mesi o forse anni. Se il piano continua di voler spargere il virus a quasi tutta la popolazione vuol dire che noi diventeremo gli unturi. Se altri paesi europei riescono a fermare il virus l’ultima cosa che vogliono è noi che torniamo a ricominciare il contagio.

Per favore italiani in Gran Bretagna usate tutti i mezzi possibili per fare si che le autorità italiane ci aiutino ora. Non abbandonateci in mano a questo pazzo. 

1 commento su ““Italiani in Gran Bretagna dobbiamo fare qualcosa ora””

  1. unbridledjoy72

    L’unica soluzione è cercare di andarsene prima possibile, prima che, appunto, ci chiudano dentro col resto dei britannici.

    Una cosa che mi ha sorpreso, in maniera molto negativa, della popolazione britannica nell’ultima settimana (e vivo qui da 11 anni) è la totale indolenza con cui hanno accolto la notizia che sono tutti parte di un esperimento gigante che sterminerà una parte di loro.

    Francamente non me lo aspettavo da un popolo che si ribella e telefona alla polizia se mancano i rifornimenti di pollo al KFC. Questo paese si è rinco***onito dalla Brexit in poi.

    Io non mi sento sicura per niente, non so che darei per essere in Italia adesso.

Rispondi

Torna su