Molti italiani ( e non solo) vogliono fare qualcosa per far cambiare rotta al governo britannico. Ho quasi 10 anni di esperienza nel campo delle campagne proprio nel campo della sanità e del sociale e posso dirvi cosa funziona e cosa non funziona. La strategia migliore è usare tutti questi metodi, sapendo che ora non è certo il momento giusto per andare tutti a Westminster Square con cartelli e megafoni. 

Petizioni 

Ci sono diverse tipi di petizioni quelle su piattaforme come 38 degree o Change che possono avere tante firme, ma il governo può ignorarle, non hanno nessun valore legale. Ci sono poi le petizioni sul sito del governo. In questo caso il governo dovrebbe fare un dibattito per le petizioni che raggiungono 100 mila firme. In realtà non ha l’obbligo di farlo e anche quando lo fa, può non presentarsi al dibattito, una tattica che usa molto spesso. Quindi si presenta solo l’opposizione e il dibattito non conta nulla. Non dico di non firmare petizioni, fatelo pure, ma non dovete pensare di aver fatto abbastanza. 

Social media

Può essere efficace, soprattutto Twitter, il rischio però è che il numero dei likes non si trasforma in azione ed esiste il pericolo di finire nella solita ‘echo chamber’. Facebook funziona meglio se postate i vostri messaggi in gruppi, ovviamente non solo di italiani. Cercate di raggiungere un pubblico vasto e non parlate solo ai già convertiti. Funziona meglio se avete un call to action, per esempio invitate tutti a scrivere al loro deputato chiedendo di fare qualcosa di specifico. 

Lettere ai giornali e interventi alle radio

Un buon metodo per farsi sentire, anche i giornali locali vanno benissimo, sono spesso letti dal deputato locale (MP). Potete anche mettervi in gruppo e scrivere una lettera, di solito avrete più possibilità di essere pubblicati se ci sono diversi firmatari. 

Scrivere al proprio MP (Member of Parliament)

Forse il metodo migliore se lo fanno in tanti. Potete inviare un email al vostro deputato locale. In teoria i deputati dovrebbero rispondere a tutte le lettere e email, ma in ogni caso tengono molto presente l’umore della gente della zona, perché alla fine vogliono di solito essere rieletti. I deputati hanno il potere di fare domande difficili in parlamento e a mettere pressione al governo. 

Per farlo potete andare su questo sito, mettere il vostro codice postale e avrete una lista di consiglieri e in fondo il vostro MP. Cliccate sul nome e scrivete la vostra email. 

Cercate di essere cortesi e chiari e fate una richiesta specifica come per esempio mettere pressione a Boris Johnson o chiedere di pubblicare l’evidenza scientifica su cui questo piano a quanto pare si basa, evidenza che nessuno ha ancora visto o chiedere di fare il tampone in tutti i casi. Cercate anche di avere esempi che giustificano la vostra preoccupazione, la situazione italiana è un buon punto di partenza. Chiedete al vostro MP di aggiornarvi sulla situazione e di quello che sta facendo.

writetothem.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


The maximum upload file size: 24 MB.
You can upload: image, audio, video, document, spreadsheet, interactive, text, other.
Links to YouTube, Facebook, Twitter and other services inserted in the comment text will be automatically embedded.