parchi di londra (92)

Italiano a rischio di deportazione dal Regno Unito

Un italiano che ha avuto complicazioni dopo aver avuto il COVID potrebbe essere deportato, secondo Euronews.

Dante Bulanti, che ha fatto di Londra la sua casa insieme alla sua compagna di lunga data Nicoletta Frosi, è stato rifiutato lo settled status perché era stato costretto a trascorrere il lockdown COVID-19 in Italia. Quindi non ha potuto ritornare a Londra fin dopo la fine della scadenza per fare domanda il 30 giugno 2021.

Nonostante tutto, il Ministero dell’Interno del Regno Unito ha rifiutato la richiesta di Bulanti per lo settled status, che gli avrebbe permesso di rimanere nel paese.

Nicoletta Frosi, che lavora nelll’istruzione del Regno Unito da 20 anni, ha affermato di conoscere altri europei che ora hanno un futuro incerto a causa della Brexit, con diverse persone che sono state deportate. Aggiunge che si sente tradita dall’Inghilterra che secondo lei non è più quella di una volta.

Le persone della UE che non sono riuscite ad avere il settled status a causa del lockdown sono relativamente poche, ma la cosa strana è che non sembra esserci un criterio fisso per averlo o no. Persone che sono rimaste bloccate all’estero ed erano in UK da un anno o due sono riusciti ad avere il pre-settled status, mentre persone che erano qui anche da decenni si sono sentite rifiutare.

Rispondi

Torna su