Jack lo Squartatore o Jack the Ripper ma chi era veramente?

jack lo squartatore

Tabella dei Contenuti

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Jack lo squartatore o Jack the Ripper; forse il serial killer più famoso e una serie di omicidi di cui non si é mai trovato il colpevole.

Quando Jack lo Squartatore si aggirava per le strade di Londra non ci vuole molto per creare il panico. Ci furono 11 omicidi a Whitechapel nell’autunno 1888 ma solo 5 sono stati ufficialmente connessi a Jack The Ripper.

Il serial killer sadico che conosciamo come Jack lo Squartatore ha lasciato il suo segno sanguinoso nella zona di Whitechapel nell’East End di Londra, un quartiere sovraffollato di povertà e criminalità dove i residenti, molti dei quali immigrati, erano portati all’ubriachezza e alla prostituzione. Ma contrariamente a quello che anche ora molti credono, non tutte e cinque le vittime erano prostitute.

Ma in ogni caso tutte fecero la stessa fine terribile, con la gola tagliata, ferite profonde e nella maggioranza dei casi organi rimossi.

La prima vittima è stata una madre di cinque figli di nome Mary Ann “Polly” Nichols, scoperta nelle prime ore del 31 agosto con un taglio alla gola così profondo che era quasi stata decapitata.

Dopo poco l’8 settembre, è stata trovata una seconda donna, questa volta in un cortile di Hanbury Street. La vittima, identificata come Annie Chapman, aveva avuto problemi di alcolismo, ma prima di morire stava cercando di mandare i figli in qualche buona scuola. L’assassino le aveva asportato alcuni organi oltre che tagliarle la gola profondamente.

© Copyright Robert Lamb and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

A questo punto tutta Londra sapeva che c’era un omicida pazzo furioso che girava per Whitechapel. La cosa diventò soggetto di speculazioni fin dall’inizio, visto che la polizia metropolitana non aveva nessuna idea di chi potesse essere il colpevole. L’unica cosa chiara era che il modus operandi era quello di un pazzo, cosa che faceva spaventare ancora di più la gente. Fu arrestato subito un certo John Pizer che era calzolaio, ma aveva un ottimo alibi e fu rilasciato. Senza un colpevole e nemmeno dei sospetti, la gente usava la propria immaginazione e molti stranieri ed ebrei furono accusati di essere il serial killer. 

Una maggiore presenza della polizia potrebbe aver scoraggiato l’assassino per un po’, ma poi il 30 settembre sono state trovate due vittime diverse; ‘immigrata svedese Elizabeth Stride e Catherine Eddowes. Sembrava che l’assassino fosse stato interrotto durante l’attacco a Stride, il che spiega perché le sue ferite non erano così estese come quelle delle altre vittime. L’ultima vittima Mary Jane Kelly trovata il 9 novembre nella sua camera dal letto era quella con le ferite peggiori. Probabilmente perchè il luogo del delitto era un interno e l’assassino aveva avuto il tempo di fare i suoi atti sadici. 

La polizia sospettava un macellaio o un chirurgo a causa dell’apparente conoscenza anatomica dell’assassino, portando a indagare il dottor Robert Donston Stephenson e il ciarlatano americano Francis Tumblety. Altri nomi sono stati propagandati, tra cui l’ebreo polacco e il barbiere Aaron Kosminski; Montague John Druitt, che si tolse la vita poco dopo l’ultimo omicidio; e Joseph Barnett, che era l’amante dell’ultima vittima.  L’autore Lewis Carroll, il pittore Walter Sickert, il medico personale della regina Vittoria Sir William Withey Gull e suo nipote, il principe Alberto Vittorio, sono stati tutti esaminati al microscopio. La mancanza di un colpevole e di un movente ha fatto diventare Jack the Ripper uno dei criminali più famosi della storia. 

Una vignetta di John Tenniel sull’incompetenza della polizia

Ci sono molte e varie teorie sull’identità e la professione di Jack lo Squartatore, ma le autorità non sono d’accordo su nessuna di esse, e il numero di sospetti nominati supera i cento. Nonostante il continuo interesse per il caso, l’identità dello Squartatore rimane sconosciuta. Il termine “ripperologia” è stato coniato per descrivere lo studio e l’analisi dei casi dello Squartatore, e gli omicidi hanno ispirato numerosi film e romanzi. Ne abbiamo raccolti 20 che sono stati sospettati di essere Jack the Ripper.

Tra questi si trova anche colui che ora secondo un’indagine forensica pubblicata su Journal of Forensic Sciences dovrebbe essere il colpevole. Leggete ancora una volta i colpevoli e vedete se riuscite ad indovinare il colpevole. Alla fine dell’articolo avrete il nome del presunto Jack the Ripper.

Sir William Gull, primo baronetto di Brook Street. Era il medico ufficiale della Regina Victoria. Fu accusato negli anni ’70 di essere Jack the Ripper o anche di essere stato parte del gruppo di persone che uccisero le prostitute a Whitechapel.

Dr Francis Tumblety un irlandese che viveva in America che si spacciava per medico, il libro di Stewart Evans e Paul Gainey del 1996 suggerisce che Tumblety era Jack the Ripper. Non è una grossa sorpresa perchè aveva già attirato l’attenzione di Scotland Yard ai tempi degli omicidi.

James Maybrick era un mercante di cotone di Liverpool che fu ucciso dalla moglie. Mel 1992 apparse un documento ritenuto essere il diario di Maybrick nel quale confessava di essere Jack lo Squartatore. In seguito il diario si rivelò essere un falso.

Persino il figlio del re fu accusato di essere Jack lo Squartatore

Il Principe Albert Victor, figlio del re Edoardo VII e nipote della regina Victoria,  fu diverse volte accusato di essere Jack, alcnni film e sceneggiati lo dipingono come il noto serial killer.  Morì giovane di polmonite.

Frederick Deeming,  un uomo che uccise i suoi figli e due moglie e fu alla fine impiccato. Un documentario di Discovery del 2011 ritiene che fosse lui lo squartatore.

James Kenneth Stephen era l’insegnante privato del principe Albert Victor. Stephen aveva problemi di salute mentale e in una commedia del 1993 fu accusato di essere Jack the Ripper.

Aaron Kominski era un ebreo polacco che faceva il parrucchiere a Whitechapel. Aveva problemi di salute mentale e diceva di odiare le prostitute. Nel 2014 Russell Edwards scrisse di aver provato una volta per tutte che Kominski era Jack the Ripper usando il DNA mitocondriale. Si aspetta un seguito.

Sir John Williams era il ginecologo di corte e fu accusato in un libro del 2005 di essere stato Jack the Ripper. A quanto pare avrebbe ucciso le prostitute per fare una ricerca sull’infertilità

Michael Ostrogg era un immigrato russo che sopravviveva truffando. A volte si era spacciato per un dottore. Era tra i sospetti durante le prime indagini ma in effetti era stato in galera in Francia durante alcuni dei delitti.

Montague Druitt proveniva da una famiglia di dottori, aveva problemi mentali e si suicidò a Whitechapel nel 1888 subito dopo l’ultimo omicidio di Jack lo Squartatore. Druitt però abitava nel Kent e aveva un alibi per alcuni degli omicidi.

David Cohen, un altro ebreo polacco che fu messo in prigione per altri motivi poco dopo l’ultimo delitto.

E il pittore Walter Sickert…

Walter Sickert il pittore fu diverse volte accusato di essere Jack the Ripper incluso anche recentemente da Patricia Cornwell la scrittrice di gialli, sappiamo che era quasi ossessionato da questi delitti. Sembra però fosse in Francia quando furono commessi un paio di delitti.

William Bury uccise la moglie, un ex prostituta in un modo molto simile a come furono uccise le vittime di Jack the Ripper. Fu impiccato per l’omicidio della moglie poco dopo l’ultimo delitto dello Squartatore.

Una lunga serie di elementi strani

Dr Thomas Neil Cream era un dottore che faceva aborti clandestini, uccise anche il marito dell’amante e per questo fu impiccato. Al patibolo si dice abbia confessato di essere Jack.

John Barnett era l’amante dell’ultima vittima di Jack, Mary Kelly che era una prostituta. La teoria dice che abbia ucciso le altre donne per convincere Mary a cambiare vita e alla fine uccise anche lei durante un litigio.

Jack on John Pizer un calzolaio ebreo  che collezionava coltelli. Era tra i sospettati da Scotland Yard’s durante le prime indagini perché aveva già accoltellato qualcuno e forse anche perché era un immigrato.

Carl Feigenbaum uccise una donna a New York e dopo che fu giustiziato il suo avvocato disse che era anche Jack the Ripper.

Robert Stevenson era un tipo strano appassionato di magia nera, uno dei primi sospettati. Abitò a Whitechapel solo nel periodo degli omicidi ma siccome stava in un ospedale psichiatrico non poteva uscire e quindi non poteva essere Jack.

George Chapham un altro polacco che abitava nella zona di Whitechapel nel periodo degli omicidi e in seguito  uccise ben tre mogli. Fu impiccato nel 1903 e fu uno dei primi ad essere sospettati.

James Kelly, sospettato la prima volta in un libro del 1987 e fu in seguito protagonista di un documentario di Discovery. Kelly uccise la moglie a coltellate e abirò  nella zona di Whitechapel nel periodo degli omicidi. Quando abitò negli Stati Uniti ci fu una serie di omicidi simili a quelli di Jack the Ripper.

[su_spoiler title=”Il colpevole dovrebbe essere….”]Un’indagine pubblicata su Journal for Forensic Sciences ha identificato Aaron Kosminski come il noto Jack the Ripper. Kosminski era stato nominato come sospetto oltre 100 anni fa e ancora una volta in un libro del 2014 da Russell Edwards che usando il DNA. Per la prima volta però la prova con  il DNA fatta da Edwards è stata pubblicata su una rivista scientifica e presa seriamente.[/su_spoiler]

Bestseller No. 1
JACK THE RIPPER + audio + eBook: Jack the Ripper + audio CD
  • Used Book in Good Condition
  • FOREMAN (Author)
OffertaBestseller No. 2
Stalking Jack the Ripper: 1
  • Maniscalco, Kerri (Author)

 

 
close

🕶 Rilassati!

Iscriviti per ricevere le nostre ultime notizie direttamente nella tua casella di posta.

Non ti invieremo mai spam né condivideremo il tuo indirizzo email.
Scopri di più nella nostra Informativa sulla privacy.

Ultimo aggiornamento 2021-09-25 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

I fantasmi di Londra: il cortile di Farringdon
kensington palace
Kensington Palace a Londra; qui nacque la regina Vittoria e ci visse Diana
LondraNews (71)
Isabella Beeton - Autrice di Mrs Beeton's Book of Household Management
queen's larder
Londra sconosciuta: The Queen's Larder
Intramontabile VIVIENNE WESTWOOD
Untitled design (66)
La prima lotteria nazionale in Inghilterra - estrazione fatta da Elisabetta I
Nantwich nel Cheshire
Nantwich nel Cheshire; una cittadina di case Tudor
Archeological tools, Archeologist working on site, hand and tool
Trovato centro neolitico vicino a Windsor
Twitterstorm #JUsticeforjodey (2)
I re e le regine che hanno abitato a Buckingham Palace
Bradford nello Yorkshire
Cosa si trova a Bradford nello Yorkshire?

Commenta