La colazione inglese o English Breakfast, in cosa consiste veramente?

english breakfast
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Tabella dei Contenuti

La cosa positiva della colazione inglese, normalmente conosciuta come “full English Breakfast”, “English breakfast” o “fry-up” è quella che può essere adattata per soddisfare quasi tutti i gusti.Tutti conoscono questo piatto tipico britannico, famoso come il Big Ben,  che è però difficile trovare fuori dal Regno Unito preparato decentemente.

Tradizionalmente dovrebbero esserci sempre pancetta e salsicce, ma ci sono ora versioni per vegetariani e vegani, quest’ultime ovviamente non hanno nemmeno le uova fritte. Ci sono diversi modi per preparare questa colazione in tutta la Gran Bretagna, alcune hanno il pane tostato, altre pane fritto, altre ancora hanno il soda bread. Alcune hanno l’uovo fritto, altre preferiscono le uova strapazzate, non esiste quindi una tipica colazione inglese, come non esiste una ricetta originale.

Una cosa da dire subito è che quasi nessuno ha questa colazione tutte le mattine, solitamente è riservata al weekend o quando si sta in un albergo. Pochi hanno il tempo di preparare tutto questo prima di andare a lavorare, uno yogurt, un frutto o un English muffin sono una colazione più comune per i giorni feriali. 

Ci sono tante variazioni regionali, per esempio in Scozia si usa mettere i tatties che sono frittelline di patate, il black pudding (salsiccia di sanguinaccio) e a volte anche haggis. La colazione scozzese e anche la colazione irlandese possono essere molto diverse, anche se sempre prevalentamente fritte.  In altre regioni inglesi si usano le salsicce locali che possono variare notevolmente. A volte ci potete trovare anche pesce come le kipper o il bubble and squeak. Ovunque il bacon  dovrebbe essere cotto fino a quando sembra quasi di cartone, molto croccante insomma e l’uovo fritto deve sempre guardare in alto. 

Spesso troverete anche un mezzo pomodoro cotto alla griglia, qualche funghetto fritto e un po’ di fagioli stufati con la salsa di pomodoro. Questi solitamente vengono da una scatola, come Heinz per esempio.

Scottish Breakfast

La colazione inglese diventa rapidamente una brunch se si aggiungono le chips, ovvero le patatine fritte. Ci sono locali in tutto il Regno Unito che la servono praticamente tutto il giorno. 

Se siete turisti e state in hotel con colazione inclusa, fatevi un full breakfast, vi farà passare la voglia di mangiare fino ad almeno le quattro del pomeriggio, che è un ottimo risparmio di tempo e denaro. 

Si può pensare che l’English breakfast si un’invenzione abbastanza recente ma in realtà risale al 1200. Era la colazione dei signori di campagna in età medioevale, ovvero i proprietari di terre, che erano anche nobili,  che avevano soldi e anche il personale per cucinare il primo pasto del giorno.  Erano chiamati gentry che in italiano possiamo  tradurlo con piccola nobiltà.

Nelle loro grandi case la colazione era il pasto principale del giorno ed era anche un modo per mostrare agli ospiti i prodotti della propria terra e le proprie ricchezze.  Chiaramente erano pochissimi che potevano permettersi di fare un piatto ricco tutti i giorni.

Quando con la rivoluzione industriale molti non nobili cominciarono a fare tanti soldi, cercarono di imitare le usanze della nobiltà per sentirsi arrivati. La colazione come grande pasto fu una delle cose che copiarono. Ovviamente avere il tempo per sedersi e mangiare un pasto consistente al mattino significa che non dovevano correre a lavorare come i loro dipendenti o chi lavorava in campagna. Nell’età vittoriana nacque quindi anche un codice di etichetta su come servire la colazione e che ingredienti usare e la colazione divenne sempre più popolare.

Nel ventesimo secolo, piano piano e soprattutto dopo la Seconda Guerra Mondiale la tradizione della colazione inglese completa cominciò a spargersi anche tra la classe operaia. Con le ore di lavoro più regolari e solo una minoranza che doveva essere al lavoro prima dell’alba, molti avevano il tempo di mangiarsi una full breakfast prima di andare a lavorare, cucinata dalla madre o dalla moglie. Durante questo pasto i britannici bevono un particolare tè da colazione, chiamato appunto English Breakfast o latte, caffè e succo d’arancia. Ora ci sono anche sul tavolo yogurt e frutta fresca in certi casi. 

Come alternativa nacquero i cosidetti ‘greasy spoons‘ piccoli locali che si trovavano nelle zone delle classi operaie e che servivano la full breakfast tutto il giorno e a basso costo. Questi locali si trovano ancora in molti posti, anche se raramente sono buoni come una volta. Erano il tempio della vera English breakfast e uno dei tanti simboli di un’Inghilterra che non esiste più.

Se volete provare una vera English Breakfast a Londra e l’albergo non ve la offre, evitate molti posti del centro che sono solo trappole per turisti, ci sono posti che ne fanno di decenti in centro ma tendono ad essere costosi. Provate invece i leggendari E.Pellicci (si italianissimo) e il Regency Cafe. Avrete una colazione come deve essere fatta, un pasto ricco che vi terrà sazi per ore e senza dover fare un mutuo. 

  1. Avatar
  2. Avatar
  3. Avatar
  4. Avatar
  5. Avatar
close

🕶 Rilassati!

Iscriviti per ricevere le nostre ultime notizie direttamente nella tua casella di posta.

Non ti invieremo mai spam né condivideremo il tuo indirizzo email.
Scopri di più nella nostra Informativa sulla privacy.

Commenta

Torna su