La famosa libreria dei maghi di Londra

Non si trova in Diagon Alley ma al 49 di Museum Street vicino al British Museum, ha 100 anni. Fu fondato da maghi nel 1922 e si chiama Atlantis Bookshop. È il luogo di nascita della moderna stregoneria, con Gerald Gardner che teneva riunioni regolari della congrega nel seminterrato del negozio.

Gerald Gardner, un Wiccan e autore, partecipò alle riunioni dell’Ordine dei Maestri Nascosti nel suo seminterrato durante i suoi anni di formazione e il negozio pubblicò il suo primo libro sulla stregoneria. Fu qui che incontrò anche Ross Nichols, in seguito una figura chiave nel mondo dei druidi e nella mitologia celtica.

Si specializza in libri di magia, occulto, fantasmi e spiritualismo ed è visitato da diversi fantasmi, compreso quello del suo proprietario originario. Molti affermano di aver provato una sensazione di freddo prima di vedere una figura alta vestita di grigio che camminava orgogliosamente verso la porta sul retro prima di dissolversi nell’aria.

L’occulto moderno in Gran Bretagna risale al 1400, è normale associare la stregoneria alla magia nera e al satanismo.

Nel 1700 quando le persone divennero più istruite, iniziarono a pensare che le loro paure fossero irrazionali. Questa idea è stata rafforzata da pensatori illuministi come Voltaire, che credeva che la superstizione allontanasse le persone dal pensiero razionale e dalla fede religiosa.

Nel 1800 secolo, una rinascita dello spiritismo portò molte persone a credere che la loro vita sarebbe stata guidata da un medium in grado di comunicare con gli spiriti per conto di coloro che vivevano ancora sulla terra.

Non per tutti ovviamente, ma una libreria storica che sicuramente interessa o affascina diverse persone. Si tratta anche di un posto unico e una delle maggiori librerie dell’occult all mondo.

Daniela Mizzi
Nel Regno Unito dal 1991, grande viaggiatrice e amante dell'avventura. Lavorato in diversi settori dall'amministrazione al settore pubblicitario.

Commenta

You may also like

More in Londra