londra di gustave dorè

La Londra di Gustave Doré (ebook gratuito)

Probabilmente conosci l’illustratore francese Gustave Dorè, potresti non sapere che aveva anche creato illustrazioni di Londra di allora che sono un testamento storico importante.

Gustave Doré si era assicurato una reputazione mondiale nel 1868, quando visitò per la prima volta Londra.

All’età di quindici anni, ha contribuito con caricature litografiche al Journal pour rire e dopo la morte di suo padre ha sostenuto i suoi fratelli e la madre come illustratore e giornalista.

Nel 1853, a Doré fu chiesto di illustrare le opere di Lord Byron. Questa commissione è stata seguita da un lavoro aggiuntivo per editori britannici, inclusa una nuova Bibbia illustrata.

Durante la prima visita a Londra nel 1868, fu accompagnato dal suo amico inglese Blanchard Jerrold (1826-1884)Doré era affascinato da Londra, così lui e Jerrold iniziarono a discutere la possibilità di fare un libro sulla città.

Le illustrazioni di Doré per la Bibbia ebbero un grande successo nel 1866 e nel 1867 Doré tenne una grande mostra del suo lavoro a Londra. Questa mostra ha portato alla fondazione della Doré Gallery in Bond Street, Londra. Nel 1869, Blanchard Jerrol, corrispondente francese del London Daily News e figlio di Douglas William Jerrold, suggerì di lavorare insieme per produrre un ritratto completo di Londra.

La seconda visita di Doré a Londra iniziò i suoi studi per il libro nel 1869. Il libro fu pubblicato nel 1872, apparendo prima in parti mensili e poi come volume rilegato. Il libro si chiamava London: A Pilgrimage, includeva 180 incisioni su legno. Ha avuto successo commerciale e popolare, ma l’opera non è stata apprezzata da alcuni critici britannici contemporanei, poiché sembrava concentrarsi sulla povertà che esisteva in alcune parti di Londra.

Doré amava Londra. Non la trovava affatto brutta, ma dinamica e viva. Anche gli abitanti più cupi della grande metropoli potevano talvolta brillare dell’esuberanza inestinguibile della vita. Ha scritto Doré. “Mi sarebbe piaciuto diventare io stesso un londinese”.

Puoi guardare o scaricare l’ebook qui in diversi formati.

Guardate le illustrazioni qui sotto che vanno da feste a Holland Park, al mercato del pesce di Billingsgate, al Tamigi e persino lo Zoo

(Visited 7 times, 1 visits today)

Rispondi

Torna su