La polizia ignorò le denunce di una ragazza poi uccisa dal suo stalker

Dopo l’omicidio di Sarah Everard tutti i nodi vengono al pettine. Sono  usciti dati di                   quanti poliziotti hanno molestato donne e ora si parla di quando le donne denunciano un uomo e vengono ignorate.  

Shana Grice si era recata 5 volte dalla polizia prima di essere  uccisa dal suo stalker.  Non solo era stata ignorata ma la polizia le inflisse una multa di 90 sterline per aver buttato via il loro tempo. 

Shana aveva solo 18 anni e aveva iniziato un nuovo lavoro in una ditta di allarmi antincendio a Brighton quando incontrò Michael Lane, che aveva otto anni in più ed era un meccanico presso la stessa azienda. L’adolescente si era trasferita in una nuova casa con altre due ragazze e Lane iniziò a prodigarla con attenzioni. Shana ha frequentato in segreto Lane per alcuni mesi dopo aver rotto con il suo ragazzo Ashley Cooke. Tuttavia lei lo ha lasciato quando è diventato instabile e possessivo, ma Lane non ha accettato la fine della loro relazione e divenne il suo stalker.

Dopo una delle sue denunce fu interrogata da un poliziotto di fronte a Ashley Cooke che era tornato ad essere il suo ragazzo. Shana non si era sentita di parlare della relazione con Lane di fronte al ragazzo e quindi la polizia una volta scoperto che erano stati insieme diede una multa di £90 alla ragazza. 

Il 25 agosto 2016 Lane comprò una tanica di benzina ed entrò in casa di Shana, armato di coltello. Entrò nella sua camera da letto e le tagliò la gola prima di bagnarle il corpo con la benzina e darle fuoco. Shana aveva 19 anni. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scritto da Marina Ricci

Lavorato a Londra, Edimburgo e Bristol per i new media ed editoria. Due bimbi e un gatto.

Stella McCartney ha creato capi fatti con i funghi

Too Good to Go a Londra, come funziona?