“La polizia interviene solo per casi eclatanti o se gli sputano addosso”

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Cerchiamo di dare la parola a tutti e pubblichiamo anche esperienze completamente diverse dalle nostre. Queste testimonianze riflettono solo l’esperienza ed opinione di chi l’ha scritta Se vuoi anche tu aggiungere la tua testimonianza puoi farlo compilando il modulo qui sotto. Ci riserviamo il diritto di non pubblicare testimonianze. Se decidi di condividere la tua esperienza puoi anche scegliere di inviare una tua foto che sarà pubblicata nel tuo articolo, troverai il modulino per caricare la tua foto qui sotto. Inviando il modulo qui sotto acconsenti a pubblicare la tua testimonianza su questo sito

Penso sia stata ridicola, quando con una presunzione che pensano ancora di potersi permettere e tipica di questa cultura, acclamavano l’immunità di gregge relativa a un virus di cui si sapeva poco e niente. Niente cautela, hanno sempre detto di avere un pool di scienziati che si basavano su evidenze…quali? Se non si sono nemmeno degnati di sapere bene cosa stava accadendo in altri paesi, come la Cina, o almeno l’Italia, se non altro per prossimità geografica…pensavano che loro non li avrebbe toccati, perché migliori dell’Italia, e di altri…nelle conferenze stampa hanno sempre usato termini in termini di vittoria, il primo paese al mondo, i respiratori prodotti da aziende locali, i kit diagnostici locali perfino i vaccini locali…pensando di non aver bisogno di nessuno, di essere autosufficienti (obnubilamento da Brexit)… risultato un disastro…giorni di battaglia per avere i Dpi, giorni per applicare strategie di contenimento locali, gli applausi inutili e finalizzati ad accrescere l’ego del singolo in quanto Key worker che di fatto continua a morire in prima linea, tenerlo buono, tenerlo zitto, fin quanto serve…poi non si sa. Nessuno li ha presi più sul serio quelli del governo. Nemmeno quando in terapia intensiva ci è finito il Primo Ministro, così tutti di festa nelle case con 20 persone minimo, tra birre e barbecue il fine settimana immancabile…e tanto insopportabile falso moralismo: fai come dico io, ma non fare come faccio io.
 
Solo le persone che capiscono il rischio perché ne hanno minima cognizione rispettano le linee guida, nessuno ha parlato di ordini qui…la polizia interviene solo per casi eclatanti o se gli sputano addosso.
 
Mah mi ha solo fatto venire voglia di ritornare per l’ennesima volta all’ università e vedere se in futuro posso fare qualcosa di utile alla prevenzione epidemiologica, ma molto più nel mio Pease.
 
Lavoro in NHS, preferirei parlare alla fine dell’emergenza per valutare con maggiore obiettività
 
Prendo il solito stipendio senza un centesimo in più andando a lavorare tutti i giorni esponendomi al rischio.

Puoi anche tu raccontare la tua esperienza nel Regno Unito, la tua opinione, segnalare qualche evento o qualcosa che potrebbe interessare altri italiani. 

Partecipa anche tu!

Rispondi

Commenti recenti
I più venduti
OffertaBestseller No. 1 Italian-English Bilingual Visual Dictionary with Free Audio App
Bestseller No. 2 Complete Italian Step-by-Step
OffertaBestseller No. 3 All in One Grammar Italian edition with Answers and Audio CDs (2) [Lingua inglese]

Ultimo aggiornamento 2022-01-21 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Lettore che ha lasciato UK sconsiglia di venire
La testimonianza di Giuliana che vuole ritornare in Italia
Andrea afferma che non esiste crisi COVID-19 in Gran Bretagna
"Per chi ha sogni Londra è il posto migliore"
- Unknow (11)
Che barba le lamentele degli italiani 'bloccati' a Londra
- Unknow (15)
Flavio, idraulico a Londra, non ha paura della Brexit
"Credo ci sia discriminazione contro gli italiani"
Marco, venuto in UK a 43 anni, racconta la sua esperienza
Marketing a Londra; testimonianze di italiani che ci lavorano
Famosa pasticceria milanese apre filiale a Londra
Torna su
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: