giornata della lingua inglese

La sala giochi Namco Funscape di Londra ha chiuso per sempre

 

Quando aveva aperto era il massimo, si trovava nella County Hall, l’ex municipio di Londra, una enorme sala giochi con tutte le novità. Ora i gusti sono cambiati e il posto era diventato solo una trappola per turisti, evitato dai londinesi come la peste.

Namco Funscape era inizialmente una rivale del London Trocadero Funland, che ha chiuso nel 2011. Ma le sale giochi cittadine sono in crisi da tempo, solo al mare ancora resistono, ma al mare si fanno cose che normalmente non facciamo. Anche al mare però, almeno in Inghilterra, sono in diminuzione e la pandemia non ha certo aiutato. 

Ovviamente, la cosa che ha causato l’inizio della fine della sale di videogiochi è stato il fatto che ormai chi vuole giocare ha una console o un PC e può giocare tranquillamente a casa senza dover continuamente inserire monete. 

In inglese queste sale di video giochi si chiamano arcade, parola che deriva dal latino “arca” che significa rifugio o luogo di rifugio. Le sale per videogiochi in queste sale giochi sono emerse per la prima volta nel 1947 e sono diventate popolari molto rapidamente grazie alla loro convenienza, accessibilità e modo rapido di giocare.

La moderna sala giochi arcade è nata in Giappone quando alcune aziende hanno iniziato a installare giochi in spazi vuoti intorno ai loro edifici. Questi portici divennero così popolari così rapidamente che presto si diffusero in Nord America, Europa e Asia.

 

Rispondi

Torna su