La strana storia del London A-Z

London A-ZIl famoso London A-Z  è una cartina accurata e che copre tutta l’area urbana di Londra e che pubblicata da quasi 80 anni.

Nel 1935 una pittrice di nome Phyllis Pearsall si perse a Londra quando cercava un indirizzo particolare usando una cartina vecchia di decenni. Si rese conto che non c’erano cartine aggiornate di Londra. Per un anno girò tutta Londra per identificare oltre 23 mila strade e stradine.

Il London A-Z ha una lunga storia

[amazon_link asins=’1843484730|1843485796′ template=’ProductAd’ store=’londr-21|thelondonlink-21′ marketplace=’IT|UK’ link_id=”]Nessuno volle però pubblicare la cartina (che è un libro) e la signora Pearsall decide allora di fondare una società chiamata Geographers Map Company e di pubblicarla da sola.

In ogni pagina del libro di cartine si trova una strada finta, ovvero una strada inesistente messa per riconoscere subito quando qualcuno copia la cartina senza rispettare i diritti di autore.

Nell’edizione del 2004 si trovavano ben 70 mila vie, piazze e viuzze con Station Approach e High Street i nomi più comuni.

Come potete vedere qui i libri London A-Z sono ancora in vendita

La società ha poi pubblicato A-Z di altre città britanniche, avendo notevole successo di vendita. Fino a pochi anni fa tutti avevano una copia in borsa o in macchina

Nei tempi prima di Google Maps e gli smartphone avere una copia di London A-Z era assolutamente indispensabile specialmente quando si cercava casa o lavoro.

Anche ora tutti ‘i londinesi che si rispettano hanno ancora una copia ingiallita in casa o in macchina da qualche parte e ci sono comunque app per telefoni e tavolette che sostituiscono il buon vecchio London A-Z.

Cose da scoprire a Londra

closeup of vintage toy cars

Il V&A Museum of Childhood chiude per due anni e diventa spazio creativo

Dopo la National Portrait Gallery e il Museum of London anche il  di Bethnal Green ha in programma grossi cambiamenti.  Infatti con una ristrutturazione di 13 milioni di sterline vuole creare uno spazio speciale per i bambini invece di essere solo un museo con vecchi giocattoli.  Per due anni il museo rimarrà chiuso dal prossimo maggio e ritornerà con un museo che dovrebbe inspirare i bambini e la loro creatività con oggetti esposti alla loro altezza e tanti spazi dedicati all’esplorazione pratica e creativa.  Quando riapre ci saranno costumi da film di Hollywood come Superman che dovrebbero colpire l’immaginazione dei […]

0 comments

The Wallace Collection a Londra, si merita una visita

The Wallace Collection è un museo gratuito molto meno conosciuto se paragonato al British Museum o il Science Museum, ma che vale la pena visitare, se vi piacciono gli oggetti d’arte. Ora ancora chiuso ci offre una serie di ottimi eventi online.  Si tratta di un’enorme collezione di dipinti e oggetti d’arte del 1700 e 1800 raccolta dai primi quattro marchesi di Hertford e lasciata alla nazione dalla vedova del figlio (illegittimo del quarto marchese),  Sir Robert Wallace nel 1897. Il museo si trova proprio a Hertford House che era la casa della famiglia. Nel testamento c’era la richiesta, fino ad […]

0 comments

Zone di Londra: Aldgate, Monument e Fenchurch Street

EC3 o il postcode dove praticamente non vive nessuno che include le zone di Aldgate, Bank e la parte sud est della City. Infatti qui vivono poco più  di 8000 persone, ma  decisamente uno dei templi del capitalismo mondiale. Cose che forse non sapete sul mercato di Leadenhall Era dove la vecchia Londra era situata prima del famoso incendio del 1666, ma di vecchio rimane ben poco (la Torre di Londra e diverse chiese) non solo perché distrutto dall’incendio o dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale ,ma  anche  perché in un’ area con un costo altissimo per metro quadro, tutto […]

0 comments
admin
Autore per pagine generiche e di informazione

Commenta

You may also like

More in Storia