phone

Con l’avvicinarsi di gennaio e febbraio si ritorna al solito problema di persone che si trovano a casa, anche se effettivamente hanno firmato un contratto di lavoro. Molti italiani non si rendono conto di aver firmato un contratto di lavoro che non garantisce un minimo di ore settimanali e se ne accorgono sono in gennaio, quando sono lasciati a casa.

Ripubblichiamo quindi questa domanda.

 

In UK Se una azienda , tipo catene di ristoranti o negozi, lasciasse a casa i propri impiegati per fare lavori di ristrutturazione del locale per 2 o 3 mesi, senza pagarli o tutelarli in qualche modo, (dicendo che gennaio è un periodo morto per trovare lavoro quindi impossibile da spostare gli impiegati in altri locali della stessa catena) cosa possono fare questi impiegati? ci sono degli enti a cui è possibile rivolgersi?[irp]

Impossibile saperlo senza vedere il contratto, molti contratti di lavoro, specialmente in settori come la ristorazione ma non solo, permettono di farlo.  La cosa migliore e’ con una copia del contratto in mano contattare il numero apposito dell’ACAS 08457 47 47 47 dal lunedi al venerdi dalle 8 alle 20, al sabato dalle 9 alle 13. Sono solitamente disposti a trattare direttamente con il datore di lavoro se ci sono possibilita’ di fare compromessi.

 

Foto: LicenseAttribution Some rights reserved by psd

1 commento

  1. Si chiamano zero hour contracts, in Inghilterra sono comuni. Una settimana lavori 20 ore e la settimana dopo non lavori. In Italia ci si lamenta sempre ma la miseria e lo sfruttamento che ho visto in Inghilterra non sono da meno

  2. Si chiamano zero hour contracts, in Inghilterra sono comuni. Una settimana lavori 20 ore e la settimana dopo non lavori. In Italia ci si lamenta sempre ma la miseria e lo sfruttamento che ho visto in Inghilterra non sono da meno

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.