Lavoro a Bristol dopo la Brexit e informazione sulla città

lavoro a bristol
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Informazioni sulla situazione lavorativa  di questa città e offerte di lavoro a Bristol per persone che parlano l’italiano.

Un altro posto da considerare oltre a Londra è indubbiamente Bristol. Una città che può essere un’alternativa a Londra,  se si vuole trasferire nel Regno Unito dopo la Brexit.

La zona urbana di Bristol conta oltre un milione di abitanti e quindi offre notevoli possibilità di inserimento lavorativo, senza avere i costi quasi proibitivi di Londra.

La disoccupazione prima del coronavirus era nella media nazionale ovvero 3,9%, non sappiamo quanti danni la pandemia ha fatto all’economia locale. In ogni caso, dovrete avere il lavoro prima di trasferirvi e quindi non rischiate molto se non un po’ di tempo perso a fare domanda di lavoro.  

Bristol ha da oltre un secolo la fama di essere un centro per l’industria aerospaziale, vi si trovano infatti grossi nomi come Airbus, Rolls Royce, Atkins. Inoltre si trovano  grossi nomi anche per l’industria della difesa come BA

E (una volta si chiamava Marconi Electronics System). Se questo è il vostro settore allora Bristol è probabilmente la vostra meta.

Bristol può essere una buona scelta per molti italiani

Oltre a quello,  Bristol rimane la capitale del South West di Inghilterra e come tale ha tutta una serie di servizi per coprire una vasta area del paese. Ci sono quindi opportunità di lavoro, essendo la disoccupazione generalmente più bassa della media londinese, e trovandosi nel South West alcune delle regioni più ricche del Regno Unito.

Bristol è anche un centro importante per i lavori creativi, vi si trovano infatti Aardman Animations. Ha anche una grossa sede della BBC che si occupa dei famosi documentari sulla natura e alcune grosse agenzie pubblicitarie.  

Il mondo non si ferma a Londra.  Bristol ha anche un’industria di energia alternativa e pulita in grossa crescita con oltre 300 aziende nel settore. Non mancano poi i soliti negozi, ristoranti e locali per chi è meno qualificato.

Fino ad una ventina di anni fa Bristol era considerata una città bruttina con tante fabbriche chiuse ed abbandonate. Tutta la zona del porto era in disuso e metteva tristezza.

Grazie a grossi investimenti tutta la zona del porto è stata rimessa a posto. Sono stati aperti musei e gallerie d’arte e ristrutturati quelli vecchi. Ora è piena di locali, negozi e ristoranti. Inutile dire che Bristol  è diventata un’ attrazione turistica.

Abbiamo anche un articolo che spiega come sono i diversi quartieri di Bristol. Gli affitti non sono costosi come Londra, ma sono in aumento.

Offerte di lavoro a Bristol per persone che parlano italiano

Qui sotto abbiamo per voi gli ultimi offerte di lavoro a Bristol che cercano specificatamente persone che parlano italiano.

Come sempre leggete anche i tanti articoli sul lavoro e su come fare il CV e cover letter che abbiamo a vostra disposizione.  Nonostante il nome, non ci occupiamo solo di Londra.  Abbiamo lettori e collaboratori che abitano in tante parti diverse del Regno Unito. 

close

🕶 Rilassati!

Iscriviti per ricevere le nostre ultime notizie direttamente nella tua casella di posta.

Non ti invieremo mai spam né condivideremo il tuo indirizzo email.
Scopri di più nella nostra Informativa sulla privacy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Non perderti questi consigli!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Twitterstorm #JUsticeforjodey
Precisazioni sulla fine della libera circolazione a Londra e Regno Unito
lavoro nelle pulizie
Lavoro immediato nelle pulizie a Londra e nel Regno Unito
tartaruga-240x240
Come rispondere alle nostre offerte di lavoro!
Londra dopo la Brexit
Lavoro a Londra dopo la Brexit, che succede ora?
John Lewis
UK: John Lewis licenzia 1300 persone e chiude 8 negozi
Torna su