Lavoro da Tesco; come trovarlo a Londra e in Gran Bretagna

Qui spieghiamo come fare lavoro da Tesco; uno dei pochi datori di lavoro che sta ancora cercando personale anche nel periodo della pandemia. 

Tesco ha tanti tipi di lavoro: lavoro in uffici, lavoro per neo-laureati, lavoro per cassieri, chi riempe gli scaffali e distribuzione.

Per i lavori più qualificati potete fare domanda sul loro sito mentre se volete fare domanda per lavorare nei supermercati potete andare subito qui

Nella maggioranza dei casi portare il CV per avere un lavoro da Tesco,  non serve a nulla.  Infatti vogliono che seguite una procedura standard di assunzioni con colloqui e test.

Tesco può essere un datore di lavoro interessante perché paga meglio dei ristoranti e offre sconto del 10% sulla spesa dopo un periodo di prova e hanno una forte politica di promozione interna, infatti 80% dei loro manager ha iniziato come customer assistant.

Potete vedere questo video per scoprire come potete fare domanda

Se sono interessati quasi sempre vi telefoneranno per un colloquio e spesso fanno un breve colloquio telefonico, per certi tipi di lavoro fanno un colloquio di gruppo.

In questo colloquio osservano come vi comportate, vogliono vedere una persona attiva e che partecipa ma non troppo dominante. Le interviste di gruppo possono avere anche più di 20 persone e spesso includno una breve prova pratica.

Le cose importanti da sottolineare quando  siete intervistati è che vi  piace lavorare con altri, che vi piace dare un ottimo servizio, avete voglia di imparare e siete persone con iniziativa e determinazione.

Spesso vi chiederanno esempi dalla vostra esperienza per dimostrare che avete le caratteristiche richieste.  Un’ altra cosa importantissima è sorridere sempre sia per i colloqui di gruppo che per quelli individuali, ci tengono ad assumere personale molto sorridente.

Prima di fare domanda leggete le nostre guide a come fare colloqui di lavoro in inglese. Potete anche scaricare un ebook gratuito per fare il CV giusto in inglese. Se non sapete fare il CV perderete moltissime occasioni.

In questo periodo ci sono tante candidature per ogni posto di lavoro, è importante prepararsi molto bene prima di cercare lavoro, non potete essere uno dei tanti, quando cercate lavoro da Tesco. 

Leggi anche:

Visita in Cornovaglia; 20 posti bellissimi ed imperdibili(Si apre in una nuova scheda del browser)

  • Ascolta Liverpool Street, il nuovo brano di Andrea Cannas, cantautore italiano a Londra
    Avevamo già segnalato il cantautore Andrea Cannas che dalla Sardegna si è trasferito a Londra nel 2014. Infatti, avevamo introdotto un suo brano qualche mese fa, ‘Pensiero Dove Sei’, che durante la pandemia cercava di  comunicare un messaggio di fantasia, positivo, ma anche un forte invito al dubbio ed al sogno. Se vi era piaciuto, non temete, Andrea ne ha creato un altro.  Il single si chiama Liverpool Street e continua la collaborazione con Adrian Zagoritis un musicista e produttore britannico. Liverpool Street è invece, e non poteva essere diversamente, una lirica intimista dai sapori rock, blues e racconta la […]
  • Il governo britannico taglia altri fondi ai corsi artistici a Londra
    Ormai è risaputo che questo governo ha poco rispetto per le arti, che ritiene sia un lusso che può essere fatto solo da chi se lo può permettere. Infatti dopo tanti tagli, ne arriva un altro a tutti i corsi d’arte da lauree a corsi brevi, quindi gli istituti dovranno aumentare i prezzi per sopravvivere.  L’Office for Students (OfS) ha annunciato che avrebbe portato avanti le riforme presentate dal ministro Gavin Williamson, che vedranno una riduzione dei fondi del 50% per tutti i corsi di arti creative, grafica,  spettacolo, media, musica e recitazione. Gli studenti dovranno ovviamente pagare di più. […]
  • Londra, un numero di italiani anziani a rischio di espulsione
    Si era a conoscenza della situazione, sapevamo che gli italiani anziani venuti dopo la guerra erano particolarmente a rischio di non fare il settled status in tempo. I motivi possono essere tanti a cominciare dal fatto che il settled status richiede una certa familiarità con la tecnologia e non tutti gli anziani hanno uno smartphone. Inoltre, gli anziani che sono qui da 50 o 60 anni, non pensano di dover chiedere il settled status e i loro figli (se ne hanno) sono quasi certamente britannici e non pensano che i genitori devono farli. Recentemente ho convinto una persona giovane, sposata […]
Laura S Ambir
A Londra dal 1984, ha lavorato in diversi settori dal marketing al recruitment. Ha anche esperienza del settore sanitario, public health e social care. Coinvolta in commissioni e dibattiti del parlamento britannico. Qualificata per insegnare inglese come seconda lingua a stranieri.

Comments

  1. Il link per l’application form credo che andrebbe aggiornato…

  2. Il link per l’application form credo che andrebbe aggiornato…

Commenta

You may also like

More in Lavoro