Quando sei venuto/a a Londra/Regno Unito?

Nel 2009

Come hai cercato una sistemazione fissa e hai avuto problemi?
Ho usato GumTree e altri siti. Ho vissuto in una casa fino al 2011 e poi mi sono trasferita nella casa dove vivo ora.

Come hai cercato lavoro?
In parte utilizzando siti e mettendo annunci, in parte tramite contatti e eventi.

 Quanto tempo ci hai messo a trovare il tuo primo lavoro?

Sono venuta a Londra per studiare, quindi inizialmente ho trovato lavori saltuari molto velocemente (una settimana o meno). Dopo il master ho lavorato come insegnante (studenti privati trovati immediatamente) e poi come stagista per un’ universita’. Il primo, vero lavoro (presso la stessa universita’) e’ arrivato dopo 4 mesi.

 

Che tipo di esperienza di lavoro o titoli di studio avevi all’arrivo?
All’arrivo avevo una laurea triennale in Arabo, ottimo Inglese, buon Tedesco e Francese. Avevo esperienza come cameriera, donna delle pulizie, e babysitter. Pochissima esperienza come segretaria/traduttrice.

Come era il tuo inglese scritto stonehengee parlato al tuo arrivo?

Mi ero preparata molto bene, al mio arrivo avevo passato lo IELTS (TOEFL) con punteggi superiori a 28/30.

Quale e’ stato il tuo primo lavoro? E che lavoro stai facendo adesso?

Cameriera – Capo dipartimento per una ONG

Foto: © Copyright Peter Trimming and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Come definiresti la tua esperienza a Londra/Regno Unito fino ad ora? E per quali motivi?

La mia esperienza e’ molto positiva. A 30 anni ho un lavoro che adoro, una bella vita sociale e vivo nella citta’ dei miei sogni. Certo, la vita non e’ sempre facile, la vita in una grande citta’ e’ costosa, ma ne’ piu’ ne’ meno di una grande citta’ Italiana.

Consiglieresti ad altri di partire per Londra/Regno Unito e per quali motivi?
Decisamente si. Le cose non sono facili al momento, ma Londra ha moltissimo da offrire. Trovare il proprio posto nel mondo non e’ facile, farlo in una citta’ che offre (a parer mio) praticamente tutto, e’ un po’ piu’ facile. Quello che vorrei capissero i giovani italiani e’ che in nessun Paese le strade sono lastricate d’oro. In una citta’ come Londra ci sono molte opportunita’, ma ci sono anche tantissime persone capaci e motivate.

“Londra offre tantissimo a chi vuole cogliere i suoi frutti”

 Potresti dare due consigli utili a chi deve ancora partire?
1. Inglese molto buono – imparatelo in Italia, non venite qui senza saperlo perche’ vi fregano e non lo imparate condividendo casa con Spagnoli e Italiani. 2. Competenza ed esperienze – fate esperienza in Italia, imparate a lavorare. 3. Imparate a darvi da fare – con il tempo riuscirete ad ottenere buoni risultati lavorando ‘smart’, ma dovete essere pronti a lavorare ‘hard’. Orari lunghi, lavori pesanti e noiosi e capi che non sopporterete. 4. Capite bene cosa vi rende felici. Se siete attacati alla famiglia, al cibo Italiano, alle tradizioni… non ne vale la pena.

Effortless English: Learn to Speak English Like a Native: Link Amazon

Queste sono risposte al nostro sondaggio e non necessariamente sottoscriviamo a ciò che viene detto, pubblichiamo le risposte per dover di cronaca e per dare la parola a tutti

Se vuoi anche tu un lavoro a Londra o nel Regno Unito, leggi qui

Puoi anche tu compilare questo sondaggio qui sotto