Per internship solitamente si intende quello che in Italia viene chiamato stage, una persona appena laureata o che si sta per laureare lavora per un periodo limitato per un azienda per avere esperienza, l’assunzione definitiva non e’ mai assicurata.

Per legge quando un internship non fa parte di un corso di laurea dovrebbe sempre essere pagata. In realtà quasi la metà delle internships non vengono pagate soprattutto se in settori come le arti, politica, giornalismo, relazioni  pubbliche, marketing e pubblicità.

Il settore bancario invece tende a pagare e pagare anche bene però  tende a essere molto selettivo, se pagano anche £27.000 all’anno per un laureato senza molta esperienza è perché credono di avere preso una persona con un enorme potenziale, non un laureato qualsiasi.

In linea di massima se il laureato deve svolgere delle mansioni  di lavoro dovrebbe sempre essere pagato,  mentre se osserva soltanto per imparare  può non essere pagato ma le distinzioni non sono così chiare.  Ci sono ragazzi che svolgono mansioni di lavoro  tra l’altro non particolarmente utili alla loro carriera futura come fare il caffè a tutto l’ufficio o fare pulizie che non vengono pagati.  Purtroppo i nuovi laureati sono a volte molto sfruttati.

Con così tanti ragazzi che finita la laurea non riescono a trovare lavoro, la gara per accumulare esperienza in qualsiasi modo è molto spietata e molti laureati sono contentissimi di lavorare gratis per avere un curriculum vitae  più appetitoso.

Ci sono addirittura persone che PAGANO per avere un internship che non paga! Non basta però fare un internship a caso.

Abbiamo molti casi di persone che hanno fatto un’ internship non pagata e hanno solo buttato via tempo. Infatti nel mondo del lavoro britannico, non è tanto l’esperienza che conta ma gli skills che avete imparato/migliorato e usato.

Lavorare nella pubblicità o New Media

Quindi prima di accettare un internship non pagata, assicuratevi che ci siano degli obiettivi ben precisi e una struttura. Le internship migliori hanno meeting frequenti (spesso una volta alla settimana) per discutere che avete imparato e che avete bisogno per consolidare certi skills.

Andare a fare un internship non pagata per tre mesi che consiste solo nell’affrancare buste o sistemare cose in scatoloni o imbiancare(come purtroppo capita, nei casi che conosciamo a persone che avevano anche pagato per avere questa internship) non vi servirà a molto. Appunto perchè il mondo del lavoro è tanto competitivo, non potete perdere tempo prezioso a fare un internship, utile solo al datore di lavoro che trova manodopera gratuita.

È difficile per un laureato britannico o straniero trovare un lavoro da laureato senza avere l’esperienza di una internship.  Un modo per trovare un internship senza pagare nessuno è con il Graduate Talent Pool, anche qui non tutti i ruoli sono pagati ma se guardate bene ci sono anche internship pagate. Come cittadini italiani se siete laureati potete competere per internship con i laureati britannici ma ricordatevi che la competizione ora è spietata.