La legge del lavoro nel Regno Unito si divide in due parti principali: quella contrattuale e quella legislativa chiamata statutory. Tutti i lavoratori hanno diritto a un supporto legale e l’eventuale denuncia del proprio datore di lavoro, se i propri diritti non vengono rispettati.
Da notare che molte leggi provengono dalla European Work Directive del 1998 della Unione Europea. Per esempio, prima del 1998 non era obbligatorio pagare le ferie ai propri  lavoratori. La maggioranza di aziende le pagavano di volontà propria, ma non c’era l’obbligo statutory di farlo. Molti lavoratori, specialmente in settori umili non avevano ferie pagate o se erano fortunati avevano una settimana all’anno. Mi ricordo di aver quasi compilato un application form di lavoro nel 1993 per una catena di negozi e davano 2 settimane di ferie pagate solo dopo 3 anni di lavoro. A quel punto decisi di non continuare.

Scarica ebook gratuito di oltre 50 pagine su come fare un CV per cercare lavoro a Londra e UK, fai un like o un tweet per scaricare il libro gratuito

[lockercat] scarica ebook cv [/lockercat]

La legge del lavoro nel Regno Unito si divide in grande linee in diritti contrattuali e diritti legislativi.

Diritti Contrattuali

Nella maggioranza dei casi quando iniziate a lavorare vi sará dato un contratto da firmare.

Questo contratto deve rispettare tutti i diritti legislativi ma puó offrirvi di piú, ad esempio per legge avete diritto a 4 settimane di vacanze all’anno, ma il vostro contratto puó offrire 5 o 6 settimane di ferie piú le feste pagate a parte. Puó anche offrire assicurazione medica, alla vita, automobile, extra per trasporti o vestiti e altro.

Foto:Some rights reserved by lydiashiningbrightly

Ciò varia moltissimo e in genere tutto quello quello che vi viene offerto viene chiamato benefits o perks. Tanti contratti pagano uno stipendio fisso mensile basato su 37 o 38 ore alla settimana e non pagano straordinario. È perfettamente legale lavorare 45 ore alla settimana e non venire pagati per le 7 o 8 ore che fate in piú.

Prima di firmare investigate se é normale fare ore in piú e se vi offrono di prendere giorni liberi quando lavorate extra. Purtroppo esiste una cultura a Londra specialmente in certi settori competitivi, che significa nessuno ha il coraggio di lasciare l’ufficio prima delle 7 o anche 8 di sera, anche in casi quando niente di costruttivo viene fatto, semplicemente per paura di dare una cattiva l’impressione.

Diritti Legislativi

Le leggi che regolano questi diritti sono le seguenti:

Health & Safety at Work Act 1974. Regola la sicurezza del posto di lavoro. Tutti datori di lavoro hanno la responsabilitá di mantenere il posto di lavoro sicuro, di minimizzare i rischi e di fornire e mantenere equipaggiamento per la sicurezza. Tutti i lavoratori hanno diritto ad un posto di lavoro sicuro ma hanno anche il dovere di partecipare a mantenerlo sicuro. Gli ispettori Health & Safety hanno il potere di chiudere un posto di lavoro se ritenuto non sicuro.

Attenzione che questa legge  include che occorre avere una buona conoscenza della lingua inglese per lavorare in posti ritenuti pericolosi come i cantieri o le cucine dei ristoranti. Si possono fare delle eccezioni, solo se il training viene fatto nella lingua della persona del dipendente. Quindi se fate il lavapiatti in un ristorante e non parlate inglese e vi spiegano le misure di sicurezza in italiano (che però per legge dovrete firmare) va bene, se ve le spiegano in inglese che non capite, è tecnicamente un reato.

The Disability Discrimination Act 1995. Un datore non puó discriminare contro un lavoratore disabile. Questo puó anche significare dover fare delle alterazioni all’edificio per permettere al lavoratore pieno accesso (ad esempio accesso per sedie a rotelle). Questa legge é valida solo per datori di lavoro con piú di 15 dipendenti. La realtà è che ci sono tanti modi per non assumere una persona disabile o con una malattia cronica, non pensiate che se siete disabili troverete sicuramente lavoro.

The Working Time Regulations 1998 chiamata solitamente WTR. Una serie di leggi che coprono tutti i lavoratori inclusi quelli part time e temporanei. Questa legge include: Diritto a 4 settimane di vacanze basati sulle ore e giorni lavorati in media. Quindi una persona che lavora in media due giorni alla settimana ha diritto a 8 giorni di ferie pagate all’anno, chi lavora 5 giorni alla settimana ha diritto a 20 giorni. Le giornate di festa e quando l’azienda per cui si lavora chiude (per esempio il giorno a  Natale) non sono pagati a parte.

Diritto a 11 ore di riposo tra un turno e un altro. Ció non significa che non potete fare straordinario ma il datore di lavoro non puó costringervi a farlo. Un massimo di 48 ore alla settimana. Queste ore non includono pausa pranzo, ore di viaggio ecc. ecc.. La media delle ore viene calcolata su 17 settimane. Quindi un datore puó chiedervi di lavorare 60 ore per qualche settimana basta che la vostra media settimanale dopo 17 settimane sia inferiore alle 48 ore. Se vi piace lavorare tanto, potete firmare un opt out o waiver in cui date il vostro consenso a lavorare piú di 48 ore. Ma non possono forzarvi a firmare.

Tutti i lavoratori hanno diritto ad almeno un giorno libero alla settimana. Ció si basa su due settimane quindi é legale avere due giorni liberi una settimana e nessuno quella seguente. I lavoratori notturni non devono lavorare piú di 8 ore per turno e hanno diritto a visite mediche. Per essere classificato come lavoratore notturno uno deve lavorare almeno tre ore dalle 23 alle 6 per almeno 17 settimane. Per turni di sei ore o piú il lavoratore ha diritto ad almeno 20 minuti di pausa (che non è necessariamente pagata).

SDA – Sex Discrimination Act 1975 è illegale la discriminazione basata sul sesso o stato civile quando viene offerto un lavoro o contratto (ad esempio la discriminazione contro le donne sposate da poco perché potrebbero rimanere incinte). RRA – Race Relations Act 1976. Proibisce la discriminazione basata su razza, nazionalitá, religione ecc. ecc. Stakeholder Pensions Update Changes 2001. Ogni datore di lavoro con almeno 5 persone deve contribuire per la pension (minimo 3% dello stipendio all’anno).e avere un sistema aperto a tutti. In media però le donne vengono pagate meno degli uomini e sono ancora in minoranza in certi ruoli a cominciare dai deputati.

Age Discrimination: Legge del 1 ottobre 2006 è ora illegale discriminare in base all’etá. Non sono nemmeno ammessi annunci di lavoro che richiedono un età specifica se non ci sono buoni motivi (per esempio bisogna avere 18 anni per servire alcolici o lavorare negli uffici scommesse). Come in altri casi di discriminazione è molto difficile provare che non si è avuto un lavoro per avere l’età sbagliata, un datore di lavoro non vi dirà mai che non vi vuole perché troppo vecchio e trova mille altre ragioni non illegali per non darvi il lavoro. In pratica la discriminazione in base all’età ancora esiste con molti cinquantenni che perso il lavoro in questi ultimi anni di crisi non sono più riusciti a trovarne un altro, nonostante l’esperienza.

Cercate di avere un’idea della legge del lavoro nel Regno Unito, troppi italiani lavorano senza diritti!

Maternity Leave. Per avere diritto a SMP (Statutory Maternity Pay) una donna deve aver lavorato per lo stesso datore di lavoro almeno 26 settimane 14 settimane prima della data di nascita del bambino. Quindi 40 settimane prima della data di nascita. SMP viene pagata per 18 settimane. Prima di dare in maternitá bisogna dare 21 giorni di preavviso al datore e una data di ritorno. Nel 2003 la maternitá e’ stata  estesa a 26 settimane pagate e altre 26 non pagate.

[dropshadowbox align=”none” effect=”raised” width=”auto” height=”” background_color=”#ffffff” border_width=”1" border_color=”#dddddd” ]Per saperne di più: The City & Guilds Essential Guide to Employment Rights and Responsibilities[/[/dropshadowbox]div>

Malattia o Sick Pay. Per la  legge del lavoro nel Regno Unito avete diritto alla paga dopo il terzo giorno di malattia fino ad un massimo di 28 settimane all’anno ma molti contratti pagano dal primo giorno. Dopo cinque giorni di malattia dovete presentare un certificato medico. Se il vostro datore di lavoro non vi garantisce la sick pay, ad esempio in certi casi di lavoratori temporanei e giornalieri, avete diritto alla SSP (Statutory Sick Pay) che potete richiedere al vostro DWP (Department of Work and Pensions che fino al 1999 si chiamava DSS).

Ma dovete avere un National Insurance Number per farlo. Da alcuni anni esiste anche la Paternity leave con due settimane pagate almeno £128.73 a settimana, anceh qui alcuni contratti offrono lo stipendio intero, ma tutti devono offrire il minimo. I padri hanno poi diritto ad altre 26 settimane non pagate.

Minimum Wage o paga minima oraria. Si tratta di £7.20 all’ora per una persona di almeno 25 anni dal 1 aprile 2016, mentre tra i 21 e i 24 anni sono £6,70 all’ora.  Questa paga vale per tutto il Regno Unito e non solo per Londra. Dal 2016 si chiama National Living Wage.

Giungono voci di italiani che dopo aver pagato agenzie (illegale nel Regno Unito!!!!!) per trovare lavoro vengono pagati meno di £5. Questo é completamente illegale, pagare per trovare lavoro é illegale essere pagati meno della minimum wage é illegale. Occhi aperti!  Dal 1 Aprile 2003 i datori di lavoro sono inoltre tenuti a considerare la possibilità di offrire orari di lavoro flessibili ai propri dipendenti con bambini.

[d[dropshadowbox align=”none” effect=”lifted-both” width=”auto” height=”” background_color=”#9ffbd2" border_width=”1" border_color=”#dddddd” ] dove lavorate o lavoravate non siete stati pagati la minimum wage, potete lamentarvi qui e riavere quello che vi spetta.l Funziona molto bene con persone che si sono viste arrivare migliaia di sterline che pensavano di non rivedere più, purtroppo però solo relativamente pochi datori di lavoro che non osservano le leggi si ritrovano multati.[/drop[/dropshadowbox] Tribunale (Industrial Tribunal) Il Regno Unito storicamente ha sempre avuto poche leggi scritte, ad esempio non esiste una costituzione scritta. Molte leggi vengono decise ed implementate tramite il sistema giudiziario creando i famosi precedenti che a tutti gli effetti diventano poi leggi. Lo stesso vale per le leggi sul lavoro che fino a pochi anni fa erano in effetti abbastanza arretrate e molte delle leggii entrate in vigore recentemente (tipo WTD) sono per armonizzarsi con il resto dell’Unione Europea.

legge del lavoro nel Regno UnitoMa basta menzionare la parola tribunale e molti datori di lavoro cominciano a sudare. Infatti portare in corte il proprio datore di lavoro é accessibile a tutti, esistono sia avvocati gratuiti se non lavorate che avvocati che richiedono di essere pagati solo se vincete”no win no fee”, i tempi si sono velocizzati (é possibile infatti arrivare al processo in 4/5 mesi) e generalmente le corti tendono a dare ragione al lavoratore. Da qualche anno però bisogna pagare per andare in tribunale e il numero di casi sono decisamente calati.

Per il datore di lavoro si tratta di cattiva pubblicitá ( i verdetti sono accessibili a tutti), spesso devono pagare una compensation al lavoratore che puó essere salata, a volte devono anche pagare una penale e costi legali e spese di tribunale. Quindi puó diventare motlo costoso, inoltre un lavoratore che vince puó inspirare altri a fare la stessa cosa che puó essere catastrofico per una azienda media. Perció cercheranno di evitare un processo. Spesso anche quando avete fatto denuncia il datore di lavoro cercherá di offrirvi una somma o out of court settlement per dissuadervi a continuare. Sta a voi decidere se accettare e abbandonare il caso o continuare. Solitamente si denuncia un datore di lavoro per uno dei due casi seguenti; unfair dismissal o constructive dismissal.

Quando cominciate a lavorare avete un periodo di probation, che puó essere di 4 settimane, tre mesi, sei mesi, come scritto nel contratto. Ció significa che se non sono contenti di voi in questo periodo hanno diritto a licenziarvi se non sono soddisfatti (ma anche voi potete andarvene senza troppo preavviso).

Al termine di questo periodo possono solo licenziarvi in due casi: Dopo avervi dato 3 avvisi (warnings). Per essere validi in un licenziamento i warnings devono essere per la stessa ragione, devono darvi obiettivi e addestramento per migliorare se necessario, devono essere stati dati in un periodo di tempo preciso (di solito sei mesi ma nel contratto possono dire 12 mesi). Inoltre l’azienda deve avere un sistema di disciplina ben preciso e scritto, avete ad esempio diritto a lamentarvi con un superiore o con qualcuno delle risorse umane se ritenete che vi sia stato dato un warning ingiustamente.

Oppure se commettete un atto serio ( l’azienda deve darvi una lista di cosa ritiene essere un atto serio al momento dell’assunzione). Questi possono variare da azienda ad azienda ma in generale includono: ubriachezza sul lavoro, furto, corruzione, violenza e comportamento aggressivo. distruzione di proprietá appartenente alla societá o altri lavoratori, negligenza dei propri doveri, molestie sessuali e razzismo.

L’azienda deve avere un sistema di disciplina ben preciso e scritto, avete ad esempio diritto a lamentarvi con un superiore o con qualcuno delle risorse umane se ritenete che vi sia stato dato un warning ingiustamente.

In entrambi i casi potete denunciare il datore di lavoro per unfair dismissal se ritenete che: siete stati licenziati ingiustamente, ad esempio in casi quando non vi era stato comunicato in precedente che la vostra prestazione non era accettabile, non avete ricevuto warnings, il vostro superiore ha discriminato nei vostri confronti, non avete ricevuto sufficiente addestramento, altre persone che si sono comportate esattamente come voi non sono state penalizzate, vi hanno licenziato quando in malattia o maternitá altro. potete anche essere stati licenziati per un motivo giusto ma non in maniera corretta.

Ad esempio se umiliati in pubblico, se non avete avuto un giusto disciplinary meeting, non vi é stato consentito di difendevi o di avere un testimone di vostra scelta durante il meeting o se altre persone hanno commesso quello di cui siete stati accusati ma non sono state penalizzate come voi.

Constructive Dismissal é quando siete costretti a dare le dimissioni perchè le condizioni lavorative sono diventate intollerabili e il vostro datore di lavoro non ha fatto nulla per venirvi incontro. Esempi possono essere: essere costretti a lavorare piú di 48 ore alla settimana, non avere il tempo per avere giorni liberi o vacanze, essere trattati ingiustamente dal vostro capo, essere forzati a fare cose senza qualifiche o addestramento o il contrario , non avere l’equipaggiamento adatto per svolgere il vostro lavoro, essere discriminati e altro.

Prima di dare le dimissioni in questi casi é consigliabile contattare un avvocato. (adattato dal vecchio sito LondraNews)

12 Commenti

  1. Salve,
    ho bisogno di un’informazione, lavoro in UK da diversi anni e per lo stesso datore di lavoro da almeno 3 anni e piu’, ora sono in attesa di un bambino e durante un mio soggiorno in Italia ho avuto minaccie d’aborto, la ginecologa in Italia mi ha rilasciato un certificato medico per l’interdizione dal lavoro sino alla nascita prevista.
    Possono presentarlo al mio datore di lavoro in UK?
    Devo farlo tradurre e presentarlo all’ufficio del personale della mia azienda inglese?
    In attesa di un vostro riscontro, porgo cordiali saluti.
    Mariarosa

      • Buongiorno, grazie per avermi contattato!
        Ho il mio GP in UK, ma cosa dovrei fare se ho il certificato medico italiano?
        Mi fido molto della mia ginecologa in Italia, il GP non sempre è attento ai bisogni del paziente come in Italia.
        Posso presentare il certificato medico italiano al mio datore di lavoro inglese?
        Grazie per la risposta.
        Mariarosa

  2. Salve,
    ho bisogno di un’informazione, lavoro in UK da diversi anni e per lo stesso datore di lavoro da almeno 3 anni e piu’, ora sono in attesa di un bambino e durante un mio soggiorno in Italia ho avuto minaccie d’aborto, la ginecologa in Italia mi ha rilasciato un certificato medico per l’interdizione dal lavoro sino alla nascita prevista.
    Possono presentarlo al mio datore di lavoro in UK?
    Devo farlo tradurre e presentarlo all’ufficio del personale della mia azienda inglese?
    In attesa di un vostro riscontro, porgo cordiali saluti.
    Mariarosa

      • Buongiorno, grazie per avermi contattato!
        Ho il mio GP in UK, ma cosa dovrei fare se ho il certificato medico italiano?
        Mi fido molto della mia ginecologa in Italia, il GP non sempre è attento ai bisogni del paziente come in Italia.
        Posso presentare il certificato medico italiano al mio datore di lavoro inglese?
        Grazie per la risposta.
        Mariarosa

  3. Salve, avrei bisogno di un paio di informazioni: io sono minorenne (17), posso lavorare in regola ed avere il Nin? Intendo stare lì da luglio a settembre e non voglio stare con le mani in mano… Ho esperienze in vari settori, anche se in nero, poiché lavoro d’estate sin da 15 anni (grazie al fatto che sono sempre sembrata più grande) … Non so come fare, nessuno mi da informazioni certe!!

  4. Salve, avrei bisogno di un paio di informazioni: io sono minorenne (17), posso lavorare in regola ed avere il Nin? Intendo stare lì da luglio a settembre e non voglio stare con le mani in mano… Ho esperienze in vari settori, anche se in nero, poiché lavoro d’estate sin da 15 anni (grazie al fatto che sono sempre sembrata più grande) … Non so come fare, nessuno mi da informazioni certe!!

  5. Salve, avrei bisogno di un paio di informazioni: io sono minorenne (17), posso lavorare in regola ed avere il Nin? Intendo stare lì da luglio a settembre e non voglio stare con le mani in mano… Ho esperienze in vari settori, anche se in nero, poiché lavoro d’estate sin da 15 anni (grazie al fatto che sono sempre sembrata più grande) … Non so come fare, nessuno mi da informazioni certe!!

  6. Salve, avrei bisogno di un paio di informazioni: io sono minorenne (17), posso lavorare in regola ed avere il Nin? Intendo stare lì da luglio a settembre e non voglio stare con le mani in mano… Ho esperienze in vari settori, anche se in nero, poiché lavoro d’estate sin da 15 anni (grazie al fatto che sono sempre sembrata più grande) … Non so come fare, nessuno mi da informazioni certe!!

  7. Mio figlio lavora in un ristorante a londra come pagamento dei primi 20 giorno ha ricevuto un assegno dal suo manager. L’assegno mio figlio lo ha messo sul suo conto corrente ma dopo 2 giorni l’assegno è stato stornato per mancanza di fondi.. il manager però non gli ha dato spiegazioni. Però fino adesso non gli hanno ancora dato questi soldi.. cosa può fare.. come si deve comportare

  8. Mio figlio lavora in un ristorante a londra come pagamento dei primi 20 giorno ha ricevuto un assegno dal suo manager. L’assegno mio figlio lo ha messo sul suo conto corrente ma dopo 2 giorni l’assegno è stato stornato per mancanza di fondi.. il manager però non gli ha dato spiegazioni. Però fino adesso non gli hanno ancora dato questi soldi.. cosa può fare.. come si deve comportare

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.